martedì 3 gennaio 2012

Diabete: questi antibiotici devono evitarsi


Infezioni, in particolar modo a carico delle alte e basse vie respiratorie, e non solo, anche sinusiti e ancora bronchiti e broncopolmoniti sono tutte patologie che riguardano da vicino il soggetto diabetico, che proprio per il proprio stato, soprattutto se trattasi di paziente scompensato, rischia grosso, a volte anche la stessa vita.Ne deriva che la cura di queste patologie, quasi sempre affidata agli antibiotici, deve essere quanto mai tempestiva. 


Si tratta di capire, semmai, quali antibiotici devono essere evitati dai soggetti diabetici.

Anche le infezioni urinarie, associate alla glicosuria del diabetico, ovvero, la presenza di glucosio nelle urine, rappresenta una porta aperta verso quelle infezioni delle basse e delle alte vie urinarie, in particolar modo, cistiti, pilonefriti, che devono essere attentamente valutate dal medico e curate tempestivamente.

Nel considerare quegli antibiotici che il diabetico dovrebbe evitare, contestualmente dobbiamo demolire una falsa credenza che vuole che il soggetto diabetico debba stare quanto mai lontano dagli antibiotici essendo maggiormente esposto agli effetti collaterali di questi farmaci. Al contrario, non curarsi adeguatamente apre la strada a gravi patologie che peggiorano la stessa situazione del paziente. Ma ci sono tuttavia famiglie di antibiotici che il diabetico dovrà evitare.

Gli antibiotici da evitare

Pensiamo alla Gatifloxacina, meglio conosciuta col nome commerciale di Tequin, che trova impiego nelle infezioni sopra menzionate. Secondo uno studio della Health Canada, tuttavia, sarebbe vivamente sconsigliato l’uso di tale molecola in soggetti diabetici, ciò in quanto si sarebbe potuto dimostrare che in tali pazienti è possibile assistere a sporadici ma importanti casi di ipo o iper glicemia, ovvero, abbassamento improvviso o innalzamento repentino della glicemia. Secondo Park-Wyllie e colleghi che hanno proseguito il primo studio sono stati messi  in risalto eventuali effetti secondari dall’uso del farmaco, ciò è stato constatato con un ulteriore lavoro scientifico su pazienti diabetici con un’età superiore ai 65 anni  in cura per ipo o iper glicemia, si sarebbe constatato come l’assunzione della Gatifloxacina sia maggiormente associata a  tali effetti avversi rispetto a quei pazienti che assumevano due diverse classi di antibiotici, nello specifico, un fluorochinolone per via orale, una cefalosporina di seconda generazione o un macrolide, assunto un mese prima dall’osservazione in ospedale. Addirittura, sempre secondo questi studiosi, il rischio di incorrere in tali effetti collaterali si quadrupla nei pazienti che abbiano assunto Gatifloxacina rispetto agli altri, al punto che nella popolazione esaminata si sono osservati persino 30 decessi per quegli effetti causati da tali sbalzi glicemici.

Un altro antibiotico da evitarsi è la Levofloxacina, nome commerciale Tavanic, che dovrebbe essere attenzionata con cura, a causa della segnalazione di qualche severo caso di ipoglicemia nel diabetico.

Così come è possibile stilare un elenco di antibiotici da somministrare con cura nel paziente affetto da diabete, a causa dell’effetto prodotto da tali farmaci nella percentuale indicata fra parentesi, in ordine alla resistenza insulinica, intendendo con ciò, la caratteristica del metabolismo degli zuccheri che ci indica come, per ottenere gli stessi effetti metabolici, ovvero abbassare la quantità di glucosio nel sangue, sia necessaria una maggiore quantità di insulina, l’ormone prodotto dal pancreas indispensabile per fare entrare lo zucchero nelle cellule e farle funzionare.
A manifestare tali effetti sono stati farmaci del tipo: Gatifloxacina ( 1.1% ), Ciprofloxacina (0.3%), Levofloxacina (0.3%), Moxifloxacina, cefalosporine di seconda generazione (entrambe 0.2%) e macrolidi  (0.1%), a distanza di trenta giorni dalla prima assunzione.Considerata la bassa evidenza di tali effetti collaterali per alcune di queste molecole esaminate, secondo i ricercatori, ai pazienti diabetici non dovrebbe essere prescritto l’antibiotico Gatifloxacina, e Levofloxacina dovrebbe essere impiegata con cautela. 

( Xagena2006 )
Fonte: Canadian Medical Association Journal, 2006
Endo2006 Inf2006 Farma2006
counter
contatore

Nessun commento:

Posta un commento