giovedì 16 febbraio 2012

Abbronzatura: ecco la frutta che ci agevola la tintarella


L’idea della tintarella  al mare è ancora lontana, soprattutto in quest’inverno rigidissimo, tuttavia se non vogliamo farci trovare impreparati al primo sole in spiaggia, potrà esserci utile conoscere quali vitamine, all’interno della corretta alimentazione, sono più utili ai fini dell’ottenimento di un’abbronzatura uniforme e capaci di rendere la nostra pelle dorata al meglio.

E’ importante sottolineare
che al fine di ottenere i migliori vantaggi di un’abbronzatura uniforme in tutto il corpo, le vitamine che più ci aiutano dovranno essere ricavate dagli alimenti e non aggiunte sotto forma di farmaci o integratori. Premesso ciò, vediamo quali vitamine ci sono maggiormente utili per la salute del nostro corpo esposto ai raggi solari, atteso anche che tali vitamine se ben dosate evitano anche scottature alla pelle e la mantengono quanto più possibile elastica, purchè si sappia dosare la quantità di esposizione al sole.

Per ottenere il meglio dai raggi solari bisogna consumare grandi quantità di frutta e verdura di stagione e, dunque, pomodori, peperoni, rucola, albicocche, melone e verdura a foglia verde. Utile anche il pesce per via del suo contenuto in Omega 3, sostanze che si oppongono ai radicali liberi che invecchiano prima la pelle e sono causa di malattie di vario genere. Una buona alleata è la vitamina A, per la semplice ragione che aiuta il trofismo dei tessuti, andando a riparare quelli danneggiati dai raggi solari UV. Ovviamente, così agendo, partecipa ad un’abbronzatura uniforme. Ricordiamo che la vitamina A la repertiamo nelle carote, in primis, ma anche nelle albicocche, e nel melone. Anche la vitamina B5 che si reperta nei semi di sesamo in qualche modo fa da scudo alla pelle contro l’irraggiamento solare, stessa cosa rispetto a quanto avviene con la vitamina C che ritroviamo negli agrumi, nelle frutta fresca in generale, ma anche negli ortaggi, sopratutto pomodori, peperoni. E che dire della vitamina E che si oppone ai radicali liberi e che si trova nell’avocado in grande quantità. Secondo la dermatologa Riccarda Serri, presidente dell'associazione internazionale di ecodermatologia Skineco, «

Gli Omega 3 contenuti nel pesce aiutano a mantenere l'elasticità delle membrane cellulari. In particolare gli omega-3 si trovano in elevata quantità in pesci grassi come il salmone. Inoltre, il pesce fornisce iodio che giova alla pelle perché contribuisce per via indiretta alla conversione del carotene in vitamina A». Serri conclude ricordando che «una corretta alimentazione a protezione della pelle contro i raggi Uv del sole non basta, è sempre raccomandabile, soprattutto per chi è di carnagione chiara, applicare creme ad alta protezione solare per non rischiare danni irreparabili alla pelle oltre a ripararsi dal sole nelle ore più calde e indossare un copricapo a falda larga».


Una precisazione finale
tuttavia occorre farla. Le vitamine che abbiamo appena visto e che aiutano la pelle e ne agevolano l’abbronzatura, non sono solo presenti nella frutta e nella verdura, ma anche in molti altri alimenti che se assunti in quantità ragionevoli possono aiutare a meglio farci abbronzare d’estate.

Nessun commento:

Posta un commento