martedì 20 marzo 2012

Dieta del sondino: bufala o verità?


Una dieta all’apparenza  dalla riuscita quasi certa, se non fosse che il malcapitato di turno deve portarsi appresso uno zainetto dal quale fuoriescono un sondino che finisce  nelle narici, attraversa l’esofago e giunge fino allo stomaco. Insomma, parliamo della dieta del sondino che non sta risparmiando polemiche negli ambienti scientifici.

Intanto c’è da dire che dallo zainetto vengono pompati dei liquidi contenenti degli elettroliti e degli amminoacidi che dovrebbero garantire l’esatto apporto di sostanze nutritive a colui o colei che si sottopone a tale strano regime alimentare. Ciò, secondo le indicazioni di chi ha inventato tale dieta, dovrà durare per almeno dieci giorni, trascorsi i quali il tutto verrebbe disistallato e la persona riprende ad alimentarsi regolarmente.
Si tratta di capire, a parte la farraginosità di un tale sistema dietetico, se lo stesso non sia scevro di effetti collaterali e se davvero raggiunga gli obbiettivi prefissi. Gli specialisti di sei società scientifiche di nutrizione, alimentazione e dietetica hanno sollecitato l’attenzione del Ministero della Salute sui pericoli di questo tipo di dieta dimagrante. Il Ministro della Salute ha coinvolto il Consiglio Superiore di Sanità che, dopo una prima valutazione, ha formato un gruppo di lavoro di esperti che dovranno esaminare a fondo la documentazione e fornire un parere in merito alla sicurezza di questo tipo di trattamento.
Nel frattempo però lo zainetto con il sondino continua ad essere disponibile sul mercato e, in attesa del pronunciamento degli esperti, ai consumatori che intendessero farne uso si raccomanda di consultare il proprio medico prima di procedere all’acquisto ed all’impiego.

Fonte: Unione Nazionale Consumatori

Nessun commento:

Posta un commento