giovedì 26 aprile 2012

Obesità: la Dimagenina, ovvero, la pillola che nello stomaco diviene un palloncino, funziona davvero?



L’argomento è sempre di attualità… le diete che funzionano e quelle che sono solo una pia illusione, i farmaci che fanno dimagrire davvero e quelli che fanno solo male. Insomma, mai come in quest’epoca parlare di soluzioni dimagranti è di sicuro interesse, non foss’altro perché nel mondo l’obesità prima e il sovrappeso dopo, sono divenuti un allarme sociale. E allora, in tale contesto, la domanda nasce spontanea. La pillola che una volta nello stomaco si trasforma in un palloncino è efficace, oppure in qualche caso persino pericolosa?

La prima cosa che inquieta è che il Ministero della Salute ha vietato la pubblicità di questo prodotto per la semplice ragione che se parliamo di pillola e dunque di farmaco, la sostanza avrebbe dovuto ottenere l’autorizzazione del competente Ministero inquadrandola alla stregua di un “dispositivo medico“. Poiché questa autorizzazione non è mai arrivata, il Ministero ha considerato il presidio abusivo, ergo….


Ma i produttori di Dimagenina che deterrebbe come doti quelle di far dimagrire per il semplice fatto che una volta nello stomaco la pillola diviene un palloncino, non hanno ritenuto ostativo il fatto di non aver ricevuto alcuna autorizzazione ministeriale e, dunque, hanno perseverato con la pubblicità del prodotto in assenza di autorizzazioni e hanno continuato a definire la sostanza dispositivo medico, così come fanno i produttori di pacemaker, tanto per citare un vero dispositivo medico o altri presidi medici che non solo devono dimostrare di essere efficaci ma anche sicuri perché prima di essere immessi nel circuito commerciale hanno superato rigorosi test che ne confermino la sicurezza pur con le opportune limitazioni. 

Ma questo non impensierisce troppo chi produce Dimagenina che, oltretutto, nel pubblicizzarsi induce anche in errore il consumatore perché nel caso di questa sostanza si gioca sull’equivoco. Si afferma infatti che la pillola diviene un palloncino nello stomaco e dunque induce sazietà. Più o meno come avviene con il palloncino chirurgico, con la differenza che questo è davvero un presidio che una volta nello stomaco lo dilata diminuendo la fame di chi lo ospita, ma tale palloncino viene istallato mediante la chirurgia e con precise indicazioni mediche e, appunto, chirurgiche.

Ma la pillola che si trasforma in gel contribuendo a generare sazietà già di per sé non è in grado di far dimagrire, semmai giungerebbe a questa conclusione inducendo sazietà. Ma ogni dietologo ci spiegherebbe che indurre sazietà non significa perdere peso, visto che si possono ingurgitare sostanze ad alto tasso calorico anche in quantità limitate al di sotto della soglia di sazietà senza diminuire peso, anzi, aumentandolo pure. Insomma, al di là della mancanza di autorizzazioni, con questa pillola il rischio è quello di illudere il consumatore che si possa dimagrire senza alcun regime dietetico controllato, prescritto possibilmente da persona esperta quale un dietologo o un dietista. Per non contare che ci sono patologie dove l’alimentazione diventa un importante rischio di aggravamento della malattia e, ovviamente, con una generica pillola in grado di indurre sazietà, non è assolutamente possibile sperare in un dimagrimento salutare.

Infine e, ancora una volta entra in campo Altroconsumo che ha valutato con la consulenza di esperti la validità o meno anche di questo prodotto, occhio agli effetti avversi di Dimagenina. Il primo problema è costituito dalla riduzione dell’assorbimento di quei Sali minerali e vitamine indispensabili al nostro benessere. Infine, altro fatto importante. Visto che chi produce la pillola continua e ritenerla un dispositivo medico, come mai il produttore non informa il consumatore che il glucomannano, una fibra solubile che ha la capacità di catturare acqua trasformandosi in un gel che contribuisce al senso di sazietà, può interferire con alcuni farmaci che un eventuale paziente  può assumere di suo senza sapere i rischi che corre, visto che nel foglietto illustrativo non v’è traccia di questa possibilità?








Nessun commento:

Posta un commento