mercoledì 4 aprile 2012

Stalking: in aumento il reato, una donna su tre ne è vittima!




Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia una donna su tre è stata vittima dell’aggressività di un uomo. Sono 6 milioni e 743 mila le donne che hanno subito violenza fisica e sessuale (nel 2011 ne sono state uccise 128, dieci in più dell’anno prima). A Roma, invece, nel 2011 le violenzesessuali aumentano del 34,42%, mentre gli atti persecutori crescono del 16%. Nello specifico, gli stupri passano da 430 casi nel 2010 a 578 nel 2011, mentre le denunce per lo stalking passano da 932 a 1.084. Ultimo episodio ieri che si è concluso con l’arresto dello stalker, un bengalese di 30 anni.Tutto ciò mentre si è da poco concluso il “Progetto Donna” di Codici, realizzato con il contributo della Regione Lazio: un’iniziativa di prevenzione e contrasto psico-legale contro gli abusi e le violenze al genere femminile. Il progetto si è proposto di sviluppare una rete informativa di facile e veloce accesso, che attraverso un intervento concreto sul territorio ha favorito un servizio immediato di aiuto per la donna vittima di abusi.



I casi seguiti dall’associazione raccontano di diverse tipologie di vittime: ci sono le donne di mezza età, con figli, che concluso un rapporto di convivenza non sanno come gestire telefonate insistenti e morbose, appostamenti e molestie. Poi ci sono ragazze più giovani, tra i 30 e i 40 anni, che hanno a che fare con ex fidanzati che non accettano la separazione, diventando così insistenti da incutere timore. Ci sono anche casi di donne in condizioni di squilibrio psicologico e forte debolezza, che diventano prede facili di uomini violenti e ossessivi.
La maggior parte dei casi sono donne, anche se non mancano, a volte, casi di uomini che subiscono violenze e pressioni psicologiche da parte di altri uomini.Il tratto che purtroppo accomuna le vittime è la paura: spesso, al coraggio di prendere un appuntamento con l’avvocato, che si richiede esplicitamente di genere femminile, a volte non consegue la forza di presentarsi all’incontro. Le vittime, inoltre, entrano frequentemente in stati di ansia e di vera e propria depressione, sentendosi impossibilitate a vivere una vita normale.
Codici ricorda a tutte le vittime di stalking che l’associazione continua ad occuparsi della problematica, mettendo a disposizione il blog http://sportellodonnalazio.blogspot.it/ e lo sportello di via Einstein 34 – 00134 Roma, contattabile all’indirizzo e-mail sportello.codici@codici.org oppure chiamando lo 065571996 dal lunedì a venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00.

Articolo redatto da Help Consumatori

Nessun commento:

Posta un commento