lunedì 7 maggio 2012

Basse temperature: con l'alcol connubio pericoloso

Pensate che il freddo si combatte con le bevande alcoliche? vi sbagliate e anche di grosso, soprattutto se avete qualche problema di cuore e non ci si illuda che il calore momentaneo determinato dall'alcol appena assunto con la contestuale sensazione di calore aiuti l'organismo, gli effetti sul nostro corpo sono invece quasi sempre dannosi.
 
Lo dimostra il fatto che l'alcol assunto nelle giornate fredde veicola il sangue verso la pelle per l'effetto indotto dalla vasodilatazione periferica che se da un lato induce una piacevole sensazione di calore, dall'altro costinge il
cuore ad un lavoro aggiuntivo dovendo pompare sangue verso la pelle e non solo. Poichè la sensazione di calore è destinata a risolversi in poco tempo, ciò che accade dopo è che il corpo va incontro ad un rapido raffreddamento, anche se chi ha appena alzato il gomito non se ne accorge sotto l'effetto dei fumi dell'alcol e proprio questa successiva falsa sensazione di calore conduce la persona interessata al rischio di andare incontro all'assideramento se le temperature in quel momento sono molto basse. Lo dimostra il fatto che molti clochard ubriachi muoiono assiderati senza quasi accorgersene! Ciò non significa che bere un po' di alcol non possa dare un effetto piacevole senza andare incontro ad effetti estremi, di norma se non ci si ubriaca del tutto ci si ripara dal freddo e tutto torna alla normalità, ma come visto il problema in particolar modo riguarda coloro che mal coperti ed esposti alle intemperie pensano, bevendo,
di porre fine ai loro disagi e rischiano di andare incontro a conseguenze qualche volta persino tragiche. Ne deriva che l'alcol non va mai assunto a stomaco vuoto e, sopratutto, per riscaldarsi esponendosi, mal coperti alle intemperie del freddo.

Nessun commento:

Posta un commento