mercoledì 30 maggio 2012

Cura dei Piedi: non ricordiamoci di "loro" solo con la bella stagione



“Non dovremmo aspettare la bella stagione e l’uso delle scarpe aperte per ricordarci dei nostri piedi”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC),  ricordando che il mese di maggio è dedicato alla salute del piede.

“Cattive abitudini e posture scorrette sono i primi nemici delle nostre estremità -ricorda Agostino Macrì esperto dell’associazione- e il risultato è che sette anziani su dieci, come rileva l’Associazione Italiana Podologi (AIP), hanno seri problemi che in alcuni casi possono persino limitare la deambulazione”.

“Oltre a sottoporsi periodicamente alle visite specialistiche -ricorda Macrì- è bene puntare alla prevenzione indossando scarpe di buona fattura che si adattano bene al piede e cambiandole regolarmente: anche le scarpe da ginnastica, che sembrerebbero le calzature più comode, così come le ‘ballerine’ tanto amate dalle donne, andrebbero usate con moderazione; stesso discorso vale per i tacchi alti che andrebbero limitati alle occasioni speciali e comunque per poche ore al giorno. Sarebbe preferibile inoltre -aggiunge Agostino Macrì- utilizzare sempre le calze di cotone e non di tessuto sintetico; curare l’igiene e fare attenzione quando si tagliano le unghie”.

“Non è solo un problema estetico -conclude Dona- anzi per evitare inconvenienti e vere e proprie patologie sarebbe bene controllarsi fin da bambini facendo una prima visita podologica già dopo i primi tre anni.”
Lunedì 28 maggio i cittadini che vogliono sottoporsi gratuitamente ad una visita podologica possono consultare l’elenco degli studi aderenti all’iniziativa.

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Nessun commento:

Posta un commento