mercoledì 20 giugno 2012

Allattamento al seno: la donna che allatta allontana ictus e infarti


Che allattare al seno faccia bene al bambino non esistono più dubbi, le sostanze che la mamma trasferisce al proprio figlio grazie all’allattamento naturale sono infatti sufficienti per proteggere la vita stessa del piccolo.
Ma oggi altre evidenze scientifiche richiamano l’attenzione dei ricercatori, quando si parla di allattamento al seno e stavolta chiamata in causa è la madre e non soltanto il proprio figlio. Secondo le ultime evidenze scientifiche parrebbe infatti che proprio l’allattamento naturale preserverebbe la madre da importanti malattie cardiovascolari una volta che la donna sia giunta in menopausa. Ciò si verificherebbe alla luce dei migliori livelli di colesterolo HDL palesatasi nella donna con una maggiore probabilità di non andare incontro al diabete e di  mantenere l’assetto lipidico del sangue nella norma.
Oltretutto, sempre secondo le ultime conoscenze, si sarebbe anche visto che ad un anno dallo svezzamento del bambino, se l’allattamento è proseguito per almeno tre mesi dopo il parto, la mamma presentava anche una più ridotta circonferenza della vita ed  un più basso peso ponderale.

E, dulcis in fundo, occhio ai risultati cui sono giunti i ricercatori del il Nurse's Health Study, Stuebe e colleghi che avrebbero stabilito che le donne che abbiano allattato per più di due anni presentano il 23% di probabilità in meno di andare incontro ad infarto del miocardio una volta giunti in menopausa, rispetto a quelle donne che non abbiano potuto allattare.

Nessun commento:

Posta un commento