mercoledì 4 luglio 2012

Integratori Alimentari: sempre più graditi dagli italiani

A dispetto dei continui richiami da parte di medici e nutrizionisti, gli integratori alimentari stanno vivendo un periodo storico senza precedenti costellato da continui successi nelle vendite, al punto che non sono pochi quei laboratori che si attrezzano acquistando le diverse sostanze e assemblandoli in spazi ridotti, pur di impacchettare un integratore,  imbellettarlo di tutto punto per farlo sembrare quanto più possibile un farmaco.

Nessuna critica nei confronti degli integratori, se non quella derivante dal fatto che tali preparati possano ingenerare in qualcuno l’idea che qualsiasi tipo di alimentazione vada sempre bene, considerato che a risolvere tutto intervengono queste sostanze parafarmaceutiche. Così non è, visto che una dieta equilibrata, a meno di qualche particolare condizione clinica stabilita dal medico, potrebbe fare a meno di queste sostanze. Semmai diciamo quando mai è possibile realmente seguire una dieta equilibrata ed ecco allora venirci in soccorso gli integratori.


Resta poi il fatto che a riprova del successo ottenuto dagli integratori, disponiamo di alcuni dati forniti dall’Associazione Italiana Industrie Alimentari che ha attenzionato il comportamento di un campione di mille persone di età compresa fra 25 e 64 anni, da dove si è evinto che almeno un terzo di questi partecipanti allo studio è ricorso all’uso degli integratori. L’evidenza di come il consumo di queste sostanze sia aumentato nel tempo ce lo da la constatazione di come la richiesta negli ultimi cinque anni ha visto punte del 30%. Gli integratori preferiti dagli italiani sono in primis quelli che detengono, in ragione dell’89% vitamine, in ragione del 77% Sali minerali, cui si aggiunge una quota pari al 60% per quanto concerne gli integratori a base di fibre. Poi c’è il capitolo fermenti lattici, seguiti da quei prodotti che detengono il maggior contenuto costituito da erbe e loro estratti.

Come si vede gli italiani distinguono bene i vari integratori sulla base delle sostanze detenute, resta però il fatto che non sempre i nostri connazionali sono in grado di discernere o meno l’importanza che il singolo componente determina nel nostro organismo, nel bene o nel male, al punto che se anche per gli integratori si chiedessero lumi ai medici non sarebbe male!

Fonte articolo ADNKRONOS Pharma

Nessun commento:

Posta un commento