venerdì 7 settembre 2012

Gotta: possibile correlazione con l'assunzione di bevande molto zuccherate

La gotta, una volta malattia dei ricchi perché si presumeva fosse solo correlata all’eccessivo consumo di carne, col tempo è quanto mai associata a diete sbagliate e oggi c’è persino di più…. una novità che le donne dovrebbero conoscere.


Un lavoro scientifico americano, infatti ci riferiamo al Nurses' Health Study ( NHS ), uno studio prospettico di coorte statunitense svolto nel corso di 22 anni ( 1984-2006 ), ha monitorato lo stato di salute di 78.906 donne che pare non avessero alcuna predisposizione ad ammalarsi di gotta ma che ugualmente la sviluppavano, in parte, a causa della propensione di queste persone ad assumere bevande ad alto contenuto di fruttosio, come emergeva da questionari dalle stesse donne compilate quando si faceva riferimento alle loro abitudini alimentari, ricordando anche che i casi di  incidenti di gotta corrispondevano ai criteri dell'American College of Rheumatology (ACR). A seguito dell’osservazione, sarebbe emerso che nelle pazienti oggetto di osservazione, si riscontravano 778 casi di incidenza di gotta. Occorre ricordare che le bibite analcoliche dietetiche non sono state associate al rischio di gotta. Ne deriva dunque che il consumo di bevande ricche di fruttosio è risultato associato ad un aumentato rischio di incidente di gotta, anche se il contributo di queste bevande al rischio di gotta nella popolazione è probabilmente modesto, dato il basso tasso di incidenza tra le donne. (Xagena2010 )




Choi HK et al, JAMA 2010; 304: 2270-2278




Endo2010 Gyne2010

Nessun commento:

Posta un commento