lunedì 10 settembre 2012

Piccola chirurgia: addio ai punti di sutura

Si affinano le tecniche della piccola chirurgia, la dimostrazione ci viene dopo aver assistito ad uno studio riguardante l'eventuale opportunità o meno di applicare punti di sutura anche per le piccole ferite, secondo quanto riferito da uno studio che ha trovato spazio sul British Medical Journal.


Secondo tale studio il ricorso all’ago e al filo per rimediare ad eventuali piccole ferite di un paio di centimetri di lunghezza che non abbiano causato lesioni a nervi, tendini, articolazioni o fratture alleossa è in parte superato. Ovviamente nel lavoro scientifico venivano esclusi quei soggetti andati incontro ad altre patologie come il diabete o eventuali emopatie o coloro che giungevano all’osservazione dei sanitari dopo otto ore dall’avvenuto incidente che aveva comportato la ferita. Lo studio ha rivelato che l’applicazione dei punti di sutura e una medicazione eseguita senza il ricorso a tale sistema oltre ad essere meno dolorosa, è anche più rapida, ricevendo per questo più soddisfazione da parte del paziente, così come, fini della guarigione della ferita è del tutto sovrapponibile.. Inutile ribadire che dovrà essere il medico l’unico ad esprimersi sulla necessità o meno di applicare i punti di sutura.


2 commenti:

  1. scrivendo in italiano questo articolo sarebbe stato più comprensibile e maggiormente apprezzabile.....

    RispondiElimina
  2. Scrivilo tu e te lo pubblico immediatamente, ma firmati prima!

    RispondiElimina