sabato 29 settembre 2012

Stitichezza: ecco la soluzione!


Potrebbe essersi imboccata la strada giusta per debellare una sintomatologia fastidiosa, frequentissima negli anziani e non solo non scevra alla lunga, da ripercussioni negative su tutto il digerente e facente parte del corollario dei disturbi che si accompagnano a molte malattie gastriche e intestinali come il colon irritabile, tanto per citarne una. Tale sindrome è conosciuta come stipsio stitichezza e adesso, per debellarla definitivamente, la scienza ha messo in atto una strategia unica ed importante rappresentata da un singolo farmacoDunque al grido di, “niente più stipsi cronica”, l’azienda farmaceutica americana, Synergy Pharmaceuticals, che è specializzata nella preparazione di farmaci contro le malattie gastrointestinali, ha messo a punto uno straordinario farmaco costituito da un unico principio attivo.


Il farmaco in questione è denominato plecanatide ed è  in grado di debellare la stipsi e tutti i fastidi ad essa correlati e, per di più, senza effetti collaterali per i pazienti in cura.

Sembra infatti che plecanatide, somministrato per via orale una volta al dì per 14 giorni consecutivi in dosi di 0,3, 1,0, 3,0 e 9,0 mg., ha migliorato la funzionalità intestinale dei pazienti con stipsi cronica. Non solo, negli stessi malati si è anche assistito alla scomparsa del fastidio addominale, del gonfiore epigastrico e dello sforzo nella defecazione e si è anche potuto osservare il beneficio riconducibile al fatto di poter godere di una maggiore frequenza di evacuazioni normali, nonché miglioramenti delle misurazioni cliniche associate. Poiché si parlava di assenza di effetti collaterali, da ricordare che con il farmaco non si sono osservati disturbi seguenti alla somministrazione del prodotto, soprattutto la diarrea.

 “Siamo molto soddisfatti dello straordinario profilo di sicurezza dimostrato dal plecanatide in questo studio”, ha affermato Gary S. Jacob, Ph.D., Presidente e Amministratore Delegato di Synergy. “Oltre al chiaro trend di miglioramento della funzionalità intestinale nei pazienti trattati con plecanatide rispetto al placebo, non è stato segnalato alcun caso di diarrea, fatto che promette bene per il nostro piano di avvio di una sperimentazione di fase IIb di diversi dosaggi su 450 pazienti con stipsi cronica nel dicembre 2010 e per il nostro programma di fase II per lo studio nell'IBS-C nel 2011”. “L'esito positivo di questa sperimentazione di fase IIa rappresenta un traguardo significativo nello sviluppo del plecanatide per il trattamento dei disturbi gastrointestinali”, ha commentato Gabriele Cerrone, Presidente del Cda di Synergy. “Milioni di pazienti nel mondo soffrono di stipsi cronica e altre affezioni gastrointestinali umane per le quali al momento esistono opzioni terapeutiche limitate".

Per giungere a tale risultato sono stati arruolati 78 pazienti con sintomi costanti di stipsi ai quali è stato somministrato il plecanatide una volta al giorno per 14 giorni alle dosi di 0,3 mg, 1,0 mg, 3,0 mg o 9,0 mg. Successivamente si è proceduto al monitoraggio delle defecazioni spontanee e spontanee complete, la consistenza delle feci (con la Bristol Stool Form Scale) e la facilità del passaggio delle feci, il fastidio addominale, la gravità della stipsi e il sollievo complessivo.
Informazioni sul plecanatide
Il plecanatide (precedentemente denominato SP-304) fa parte di una nuova classe di farmaci non sistemici per il trattamento di stipsi cronica, sindrome del colon irritabile con stipsi predominante e altre patologie gastrointestinali. Si tratta di un analogo sintetico dell'uroguanilina, ormone natriuretico che regola il trasporto di ferro e liquidi nel tratto gastrointestinale. Il plecanatide somministrato per via orale si lega alla guanilato ciclasi C (GC-C) espressa sulle cellule epiteliali della mucosa gastrointestinale, attivandola. Ne consegue l'attivazione del regolatore della conduttanza transmembrana della fibrosi cistica (CFTR), nonché un aumento dell'afflusso di acqua e cloro nel lume intestinale, che agevola la defecazione. Nei modelli animali la somministrazione orale di plecanatide promuove la secrezione intestinale oltre ad alleviare l'infiammazione gastrointestinale.

1 commento:

  1. A fascinating discussion is worth comment. I do believe that you should write more on this subject, it may not
    be a taboo matter but usually people don't talk about such subjects. To the next! Many thanks!!

    Feel free to visit my homepage :: hot rod

    RispondiElimina