lunedì 8 ottobre 2012

Meningite: quattro casi oggi in Italia, di cui due gravissimi, ma esiste il vaccino!


La meningite in Italia continua a fare paura, proprio oggi apprendiamo di quattro casi, di cui gravissimi a causa di questa malattia e non solo, i dati oggi in nostro possesso indicano chiaramente  che ogni anno a causa di questa malattia muoiono 900 pazienti fra adulti e bambini, spesso entro 48 ore dai primi sintomi. Ciò significa che tale patologia infettiva presenta rischi medio-alti per la vita stessa delle persone al punto che è stata classificata per letalità al 14% delle malattie in genere. Ma oggi qualcosa potrebbe cambiare.

E' infatti entrato nell'utilizzo comune un inedito vaccino approvato sia negli Stati Uniti che in Europa, contro la
--> meningite. Parliamo di un vaccino tetravalente che si può somministrare sia agli adolescenti che agli adulti a rischio infezioni da meningococco (Neisseria meningitidis). La ricerca che ha portato alla nascita di questo vacino è tutta italiana e la si deve grazie alla Novartis Vaccines che ha sviluppato il farmaco presso il centro ricerche dell'Azienda farmaceutica a Siena. "La malattia meningococcica - ha spiegato a Roma Rino Rappuoli, responsabile della Ricerca di Novartis Vaccines nel mondo, presentando il vaccino alla stampa - ha il più alto tasso di mortalità in assoluto, dopo l'infezione da Hiv. Il nuovo vaccino è stato sviluppato utilizzando la tecnologia della coniugazione, messa a punto per la prima volta a Siena per la realizzazione del vaccino contro il meningococco C attualmente utilizzato. Il nuovo tetravalente è in grado di garantire una protezione dalla meningite meningococcica maggiore e più duratura grazie
--> all'utilizzo di una proteina 'carrier' che, legata all'antigene polisaccaridico, il componente che evoca la risposta immunitaria del corpo all'infezione, aumenta lo scudo difensivo dell'organismo. Il nuovo vaccino tetravalente è per ora indicato dagli 11 anni d'età in su, ma  presenteremo i dati per la richiesta di autorizzazione anche per i bambini dai 2 mesi in su. In questo modo sarà il primo vaccino sviluppato per tutte le fasce d'età. Anche un solo caso di meningite meningococcica non sarà più giustificabile, dato che è disponibile uno 'scudo' preventivo efficace".


Nessun commento:

Posta un commento