mercoledì 24 ottobre 2012

Predictor Fertility: il vostro sogno di sapere quando diventare genitori



Non esiste coppia, o quasi, che non voglia coronare la propria unione con la nascita di un bambino, un fatto questo del tutto naturale che il più delle volte rappresenta il lieto fine del sogno di due persone ovvero la nascita del tanto agognato bebè. Se dunque concepire un figlio è la cosa più naturale del mondo, è altrettanto frequente che tale progetto di vita possa richiedere più del tempo previsto per portarlo a termine. 

Questo però non deve farci prendere dal panico e ancor di più da quei sensi di frustrazione che a volte si trasformano in accuse reciproche sull’impossibilità del singolo all’interno della coppia di avere un figlio. Laddove la gravidanza non arrivi nei tempi auspicati bisogna invece sgombrare il più possibile il campo da tristezza e nervosismi che, anzi, finiscono col tempo per peggiorare la situazione. Bisogna invece essere in due per coalizzarsi ed insieme aiutarsi per comprendere la strada migliore che favorisca la fertilità della coppia.

Nel far ciò, i partner devono conoscere bene quei “segreti” della fertilità indispensabili per il concepimento. Bisogna cominciare col ricordare che il nostro corpo funziona come una sofisticata macchina che col tempo ha bisogno di una sorta di messa a punto; importante è anche sapere che la fertilità si riduce con l’età e che dunque all’avanzare degli anni, laddove non si riesca nei tempi previsti a concepire un bambino, occorrerà sentire il parere di un medico al fine di individuare eventuali disturbi che ostacolano il concepimento.

Nel farlo, lo specialista generalmente investiga sulle funzioni prima della donna, poi dell’uomo, sottoponendo la coppia a quelle analisi che fanno luce sulle eventuali difficoltà che ostacolano la fecondazione. Il fatto di andare insieme dal medico è importante non solo per coinvolgere la coppia verso la soluzione del problema, ma soprattutto perché, quando il concepimento non va immediatamente a buon fine se di “responsabilità” vogliamo parlare, questa va equamente distribuita in percentuali che vanno intorno al 36% per la donna, al 35% per l’uomo, al 16% per entrambi i coniugi e nel restante 13% le cause sono ascrivibili a conseguenze che non sono ancora del tutto note alla scienza. Un motivo in più, dunque, per non additarsi a vicenda e, in particolar modo, per cercare insieme la soluzione a quella, quasi sempre momentanea, difficoltà di procreare un bambino.

Se la causa risiede nella donna

Quando la gravidanza tarda a venire, i futuri genitori verranno informati dal medico che, l’attesa che si protrae più del dovuto, può essere messa in relazione con quella che si definisce ridotta riserva ovarica, ricordando con tale termine, che ci si riferisce alla quantità di ovuli non maturi ancora presenti nelle ovaie. Nella donna esiste un certo numero di ovuli da fecondare, è quindi utile sapere che nel tempo tale riserva diminuisce con l’avanzare dell’età o con l’eventuale ingresso della donna nella possibile menopausa precoce. Devono considerarsi inoltre eventuali altri problemi da ascriversi a delle cause ormonali, come ad esempio squilibri quantitativi dell'ormone follicolo stimolante (FSH) che regola il ciclo mestruale e la produzione di quegli ovuli maturi pronti per essere a loro volta fecondati.

Se la causa risiede nell’uomo

Per l’uomo le cause della bassa fertilità sono spesso riconducibili invece al numero, alla qualità e alla vitalità dei propri spermatozoi e, sulla salute di queste particolari cellule, influiscono diversi fattori esterni a cominciare dalla vita che l’uomo conduce, continuando con i livelli di stress che accumula fino a culminare con le  cattive abitudini dell’uomo moderno. Ricordiamo ad esempio che l’abuso di alcol, l’obesità e ovviamente lo stress sono tutti fattori esterni che influiscono negativamente, ma quasi sempre reversibilmente, sulla fertilità di coppia. E se parliamo di stress è bene sapere che, caricarsi di ansia per una maternità che tarda a venire, causa nella coppia un accumulo tale di affaticamento psicofisico che partecipa esso stesso negativamente sulla fertilità dei coniugi.

Meglio sapere prima se c’è qualcosa che non va


Per essere certi della reciproca fertilità, cosa c’è di meglio che verificarlo a casa propria, nella propria intimità, scoprendo insieme quante  possibilità abbiamo di abbracciare a breve il tanto atteso bambino? Oggi è possibile tutto ciò, acquistando un inedito test in grado di misurare i principali indicatori della fertilità sia della futura mamma che del futuro papà. Con Predictor® Fertility (Predictor® è un brand storico nel mercato dei test di gravidanza) non solo possiamo sapere in pochissimo tempo le possibilità che abbiamo di concepire, ma siamo anche in grado di comprendere, con largo anticipo, la necessità di consultare uno specialista nel caso che i principali indicatori della nostra fertilità non risultino nella norma in quel momento.

I NUOVI Predictor® Fertility, test di Fertilità Femminile e Maschile sono quindi test da utilizzare nell’intimità della mura domestiche per un risultato rapido.




COME FUNZIONANO I TEST DI FERTILITÀ PREDICTOR

NUOVO Predictor® test di Fertilità Femminile

Predictor® test di Fertilità Femminile analizza la quantità di ormone follicolostimolante (FSH) presente nel corpo e con un’elevata affidabilità indica se il suo livello è maggiore o inferiore al valore limite (25mlU/ml). Un FSH elevato (maggiore a 25mlU/ml) segnala un decremento della fertilità e la necessità di consultare il proprio ginecologo.

NUOVO Predictor® test di Fertilità Maschile

Predictor® test di Fertilità Maschile misura la concentrazione dello sperma e determina, con un’elevata affidabilità, se il numero di spermatozoi è inferiore al valore limite (20 milioni/ml), segnalando un eventuale decremento della fertilità e la necessità di consultare il proprio medico. 

Conclusione

Se il vostro sogno è quello di diventare mamme e papà, non disperate ai primi ritardi. Spesso basta poco e a volte anche una  semplice visita dello specialista pone rimedio a tutto, ma la cosa più importante da farsi è quella di conoscere per tempo lo status di fertilità e, come visto, un primo rimedio è accanto a noi, in farmacia, per consentirci poi, nel chiuso del nostro“nido d'amore”, di sapere quante possibilità abbiamo in quel momento di coronare definitivamente il sogno spesso di una vita intera.

Nessun commento:

Posta un commento