martedì 9 ottobre 2012

Psoriasi: quali cure per i malati di psoriasi e epatite C insieme



La psoriasi è una malattia autoimmune importante che espone il paziente a tutta una serie di problematiche a seconda del grado di gravità presentato dalla patologia. A peggiorare il quadro clinico del paziente psoriasico potrebbe inserirsi anche l’eventuale concomitante infezione da virus dell’epatite C (HCV) di cui lo stesso paziente soffra.

Il trattamento di un paziente affetto da epatite C e psoriasi insieme diviene dunque  un argomento molto delicato stante, da una
parte, il rischio di aggravare la psoriasi seguendo il corretto trattamento con Interferone utilizzato per curare l’epatite, d’altro canto, le cure offerte per curare e tenere sotto controllo la psoriasi in qualche modo cozzano con il benessere del fegato già compromesso dall’infezione virale. I Ricercatori, in particolar modo gli studiosi del  National Psoriasis Foundation, hanno molto a cuore il problema di sicura poco facile soluzione e studiando la letteratura scientifica fino adesso in possesso dalla medicina sarebbero giunti a delle conclusioni che considerano le terapie contro la psoriasi in soggetti affetti da epatite C secondo protocolli di scelta classificati per categorie. In altre parole, a parere dei ricercatori, un paziente psoriasico e affetto da epatite C, dovrebbe, in primis, privilegiare il trattamento topico per curare la psoriasi, ovvero, rivolgersi soprattutto a pomate e creme medicate per la cura della malattia. In alternativa a tale trattamento definito di prima scelta, lo stesso  paziente dovrebbe orientarsi verso la fototerapia con raggi
--> ultravioletti anche in combinazione con terapie topiche. L’unione dei due trattamenti, addirittura, può essere considerata una prima scelta di cura per quei malati che soffrano di psoriasi di grado da moderato a grave e, nei confronti dell’epatite C, tale trattamento può considerarsi abbastanza sicuro. Laddove si debba ricorrere a quei farmaci assunti per altra via, soprattutto orale, a base di Acitretina, un analogo sintetico della vitamina A, oppure verso farmaci biologici, ad esempio l’Etanercept ( Enbrel ) ed eventualmente altri inibitori del fattore di necrosi tumorale ( TNF ), si dovranno considerare tali trattamenti di seconda scelta, al pari di quanto avviene con la terapia a base di Psoralene più raggi ultravioletti.

Del resto, i ricercatori ammettono l’esistenza di pochi studi al riguardo che considerino il trattamento concomitante della psoriasi e dell’epatite C e, sulla scorta delle attuali conoscenze al riguardo ed in attesa che la informazione del merito aumenti sulla scorta di nuovi studi, a parere della scienza medica, i trattamenti consigliati fino adesso resterebbero quelli appena citati.

Fonti: ( Xagena2009 )Frankel AJ et al, J Am Acad Dermatol 2009; 61: 1044-1055 Dermo2009 Farma2009 Inf2009
-->

1 commento:

  1. Salve, ho provato la crema http://psoriasi-cure.net/crema-psoeasy-250 e posso dire che questo è rimedio migliore per umidificare la pelle. Mio psoriasi è diventato non così scomodo perché mi sono riuscita di levarsi dalla desquamazione quasi completamente. Ora la pelle non è cosi bella come era prima la diagnosi, ma il risultato è molto vicino. Vi raccomando di provare.

    RispondiElimina