giovedì 4 ottobre 2012

Salute donna: la donna fa scorpacciate di farmaci, eppure gode di maggior salute rispetto all'uomo


Mai come in questo periodo essere donna presenta dei vantaggi, almeno da un punto di vista sanitario. Il gentil sesso infatti vive di più e meglio, da un parte,  di contro però le donne consumano più farmaci perché prestano maggiore attenzione ai segnali del loro organismo. Risultato, la donna  consuma più del 40% di farmaci e integratori rispetto agli uomini.


Per la precisione la donna consumerebbe il 20% in più di farmaci ed il 40% di integratori in più, secondo i dati pubblicati da Farmindustria e l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (ONDA). In fatto di farmaci la donna tende a farsi maggiori scorpacciate di antibiotici, analgesici, antistaminici, simpaticomimetici, benzodiazepine, antidepressivi e farmaci per la tiroide, mentre gli uomini assumono più antianginosi, anticoagulanti e antipertensivi.

Ma se le donne hanno maggior cura per il proprio corpo, non si può dire la stessa cosa dei trattamenti farmacologici alle stesse prestate. Secondo uno studio svedese su cento donne anziane ricoverate, quasi 25 ricevono un trattamento farmacologico non del tutto appropriato. Lo stesso studio evidenzia che su 100 uomini ricoverati, ricevono analogo trattamento farmacologico inappropriato 19 anziani uomini su cento. Secondo gli studiosi svedesi ciò accadrebbe anche perché ai fini della ricerca scientifica, il numero di donne arruolate nella sperimentazione dei farmaci è di gran lunga minore del corrispettivo numero di uomini.

Nessun commento:

Posta un commento