lunedì 19 novembre 2012

Artro Flexyll: Altroconsumo ancora scettico!


Artro Flexyll, una panacea contro l’artrosi a suon di immagini rassicuranti di attempati signori e signore in grado di zampettare sulle spalle dei loro compagni di vita e capaci di ripiegare le articolazioni come aitanti contorsionisti circensi. Tutto questo perché? Perché hanno imparato che l’artrosi è lì, dietro l’angolo pronta ad essere sconfitta da un integratore a base di sostanze naturali e dove non ha mai osato andare oltre la medicina arrivano loro, i produttori di questa panacea venduta per corrispondenza a mettere tutto a posto…. Fantastico!

-->
Per essere ancora più persuasivi, i produttori di Artro Flexyll strizzano l’occhio ai farmaci, quando parlano di principi attivi capaci di tripla efficacia terapeutica, ma tornano a fare i produttori di integratori quando si tratta di effetti collaterali, visto che il prodotto sembrerebbe del tutto esente da quest’ultimi. Eppure la Legge in materia è chiara, un integratore non essendo un farmaco non deve essere dotato di alcuna azione terapeutica, semmai deve contribuire a elargire benessere e devono essere riportati negli integratori, anche questa volta per legge, gli eventuali effetti avversi della sostanza, compreso l’uso in gravidanza. Come mai ciò manca del tutto in Artro Flexyll?

Secondo Altroconsumo, le virtù così sbandierate sono una bugia, per un prodotto che null’altro è che un integratore, a base di vitamine, minerali, estratti di glucosamina e condroitina, salice bianco, quest’ultimo dotato di proprietà antinfiammatorie visto che è alla base dell'Aspirina (acido acetilsalicilico), senza chiaramente mai presentare uno straccio di effetti collaterali.

Ecco come spiega l’azienda che produce Artro Flexyll nel suo sito l’azione del prodotto.
Artro Flexyll Contribuisce a mantenere lo stato fisiologico di benessere di articolazioni, tendini, e legamenti. Costituisce inoltre un valido aiuto per preservare la naturale flessibilità articolare. Studi scientifici dimostrano che un’integrazione a base di Glucosamina può favorire la fisiologica rigenerazione  delle cartilagini e del liquido sinoviale, migliorando la mobilità delle articolazioni ed attenuando il dolore articolare, le lesioni alle cartilagini e la rigidità articolare. Fin qui potrebbe sembrare un normale integratore, ma si vuol strafare e si citano con enfasi le altre virtù del preparato
Ecco i punti principali:
-->
100% efficace – ogni singolo paziente durante gli esperimenti ha dichiarato un miglioramento delle proprie articolazioni
La maggior parte del dolore e del gonfiore è scomparsa completamente in 3 mesi
Le articolazioni sono ora molto più forti e mobili
Riduzione del dolore osservata fin dal primo giorno
Nessun effetto collaterale osservato in alcun paziente

Insomma, da un lato parrebbe che di capire che con l’utilizzo di tale prodotto si può tranquillamente dire addio ai dolori articolari, anzi, ne sono tanto certi i produttori da aver dedicato una loro pagina nel sito dove si vanta tale caratteristica. Dall’altro si parla di efficacia al cento per cento, cosa che nessuna sostanza può mai garantire e si culmina il tutto citando la totale assenza di effetti collaterali. Sbagliato, non esistono sostanze che sono del tutto esenti da effetti avversi.
Al produttore Altroconsumo ha contestato il fatto che a suffragio dell’efficacia del loro integratore, i produttori non hanno presentato un solo lavoro scientifico che sia stato approvato dalla Comunità ed inoltre, fatto importante, si sbandierano benefici su benefici con il solo uso del prodotto senza mai ricordare la necessità che una condizione patologica quale è l’artrosi richiederebbe sempre, ovvero, lo studio del paziente e la cura dello stesso basandosi sull’età, sul sesso, su eventuali malattie di cui soffra, sulla sua condizione personale e sull’eventuale uso di farmaci che agiscono sul metabolismo osseo con i quali il paziente sia eventualmente in cura. Insomma, l’artrosi è un capitolo molto serio della medicina che va affrontato senza lontanamente poter immaginare di escludere il medico e gli accertamenti diagnostici, cosa che in un preparato del genere non va mai ricordata.

Conclusione. Secondo Altroconsumo il messaggio lanciato dal produttore di tale integratore è ingannevole e dunque meritevole di essere segnalato all’Antitrust. Continua Altroconsumo, dall'articolo di Help Consumatori:

Gli integratori di glucosamina e condroitina solfato (componenti della cartilagine articolare) che da anni vengono consigliati da medici di tutto il mondo ai pazienti che soffrono di artrite, non sembrano avere particolari effetti sull'intensità del dolore e sulla progressione della malattia. E' quanto risulta da una recente revisione degli studi, pubblicata sul British Medical Journal, che ha analizzato 10 studi clinici diversi per un totale di 3.803 pazienti che soffrivano di osteoatrite all'anca o al ginocchio e avevano assunto glucosamina solfato, condroitina solfato o cloridrato, oppure entrambe. La revisione pubblicata dal British Medical Journal ha misurato l'intensità del dolore dei pazienti e la progressione della malattia, verificata mediante radiografie. Risultato: nessun effetto clinico rilevante è stato osservato con glucosamina da sola né con condroitina da sola, né con l'assunzione di entrambe, rispetto a placebo (cioè rispetto a un trattamento inattivo).
--> Al momento, quindi, non ci sono prove per promuovere l'uso di integratori a base di glucosamina e condroitina nella cura dell'artrite dell'anca o del ginocchioAltroconsumo li sconsiglia, più che altro per la loro inutilità. Secondo l'Associazione, però, chi ritiene di trarre giovamento da questi prodotti, può continuare ad assumerli perché non sono stati segnalati effetti collaterali tali da controindicarne l'uso. Come tutti gli integratori, anche se prescritti dal medico sono da pagare di tasca propria e, per legge, non possono comunque vantare un'efficacia terapeutica.


Nessun commento:

Posta un commento