giovedì 14 febbraio 2013

Incinta a 54 anni: naturalmente possibile!


Puo' una donna di 54 anni restare incinta? E se può, quale diavoleria medica avrà mai utilizzato? Nessuna, come avvenne a quella donna di Camaiore che intraprese la sua gravidanza all'età di 54 anni senza sottoporsi a nessuna cura ormonale e senza ricorrere a nessun trattamento di fecondazione assistita, considerato anche che la donna una figlia ce l'aveva e oltretutto pure grandicella, eppure questa donna è incorsa ugualmente nella gravidanza senza neanche immaginare che ciò sarebbe potuto accadere. A questo punto ciò che ci si chiede è se sia tanto variabile l'età della menopausa al punto da poter ritenere che un ritardo del ciclo ad un'età molto prossima al climaterio non possa significare anche l'eventualità di una gravidanza e se così stanno le cose, fino a che età dovrebbero essere usati gli anticoncezionali?

Domande cui è sicuramente difficile dare una qualsiasi risposta, o per lo meno univoca tant'è che i medici che ora hanno in cura la
signora si sono fermati ad osservare l'ultimo limite che ricordano a proposito di gravidanze tardive e ammettono che è quello custodito negli annali degli ospedali era riferito ad una signora che aveva appena compiuto il suo quarantasettesimo compleanno e, dunque, hanno guardato a bocca aperta il test di gravidanza della signora che già considerano quasi degna di menzione  nel Guinnes dei Primati. Che fare dunque.... la signora terrà il suo bambino e visto che sceglierà questa saggia conclusione, dovrà mettersi in primis a dieta, inoltre dovrà sottoporsi alla villocentesi e/o all'amniocentesi al fine di diagnosticare eventuali anomalie cromosomiche cui potrebbe andare incontro il nascituro, Sindrome di Down in testa, visto che tale eventualità cresce con l'età della futura mamma. Ma andare incontro ad un parto a quest'età espone la donna anche al rischio aborto, ovviamente perchè gli ovociti risentono degli “acciacchi” dell'età, oltre al fatto di assistere al rischio di parti prematuri o alla nascita di bambini sottopeso. Ma allora ecco l'interrogativo, la possibilità per una donna di riprodursi in età più avanzata non ha un limite? Certo che si, ma come si è visto tale limite è abbastanza elastico, serve ricordare tuttavia che superati i 30 anni la possibilità di avere un figlio si abbassa del 20% rispetto ad una donna che abbia un'età di 25 anni. Così come, bisogna ricordare che  la menopausa non ha inizio ad una data precisa, né è vero che una volta che si sia presentata con l'assenza del ciclo mestruale è scritto da qualche parte che non possano più ripresentarsi le mestruazioni, a volte queste rifanno capolino dopo una decina di mesi e, dunque, se la donna non vuole incorrere in gravidanze indesiderate dovrà continuare ad usare i metodi anticoncezionale per almeno un anno dalla fine del ciclo mestruale.

Da ricordare infine, che la visita ginecologica per una donna che entri in menopausa è sicuramente auspicabile,ma ancor di più per una donna che dopo una sosta di mesi dall'ultima mestruazione ripresenta un successivo ciclo mestruale, perchè.... attenzione, potrebbe anche non essere per nulla un ciclo mestruale ed in questo caso bisogna tempestivamente sapere di cosa possa trattarsi e, dunque, diviene l'imperativo categorico curarsi!



Nessun commento:

Posta un commento