venerdì 22 marzo 2013

Igiene intima: perchè col caldo aumentano i problemi?



Non si può dire che l’estate sia proprio alle porte ma si può cominciare a sperare che stia per lo meno avvicinandosi e con l’estate si riproporrà il problema della sudorazione che quando eccessiva va a danno dell’igiene intima. Tale situazione determina nella stagione calda il fastidioso fenomeno rappresentato dal cattivo odore emanato da molta gente a causa del sudore abbondante, fatto che può accadere anche quando non si lesina con l’acqua e il sapone per lavarsi, ma che diventa davvero un problema in quelle persone che non hanno molta dimestichezza con la pulizia personale.

-->
Che il fenomeno col caldo si accentui fino a divenire un vero e proprio problema sociale, lo dimostra una ricerca scientifica condotta da Leonardo Celleno direttore del Centro di ricerche cosmetologiche dell’università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, secondo la quale circa il 30% degli italiani, per colpa di errori e scarsa igiene, con il caldo diventano involontariamente una fonte di cattivo odore.
--> Un fatto importante già da solo, ma che diviene ancora più serio quando vittime del fenomeno sono anche i giovani, segno che nonostante la scelta sempre più vasta di prodotti utili all’igiene, continuano ad avere un rapporto con la pulizia del corpo che non è proprio eccellente. Difatti non è il sudore che in sé è maleodorante, ma ciò che nel sudore si annida, ovvero la nutrita popolazione batterica che convive con noi e che degrada i rifiuti del corpo molto più velocemente col caldo che funge per questi agenti da catalizzatore aumentandone il numero e riducendo i tempi di decomposizione dei prodotti di scarto, con la conseguenza di sprigionare il classico poco gradevole odore di sudore. Quando non ci si lava adeguatamente di fatto non si asportano dalla pelle quelle sostanze di accumulo dove poi albergano i batteri e il risultato è sotto il “naso” di tutti. «Insomma una doccia al mattino, o almeno la sera - sottolinea Celleno - è fondamentale per ridurre la popolazione batterica». A nulla servono i deodoranti applicati alla pelle in assenza di una corretta igiene intima, addirittura tali deodoranti se in eccesso squilibrano la popolazione batterica col risultato di creare infezioni, micosi e persino forme di idrosi adenite, un’infiammazione delle ghiandole sudoripare capace di creare nel tempo delle vere e proprie cisti sebacee in grado di rappresentare già di per sé un problema aggiunto.  -->

Nessun commento:

Posta un commento