sabato 13 aprile 2013

Morbillo: un'esplosione di nuovi casi in Gran Bretagna, ecco perche'!

-->


Il morbillo è tutt’altro che una malattia scomparsa, tuttavia da diversi anni per prevenirlo esistono i vaccini eppure nel Galles e particolarmente nella regione di Swansea ci sono stati ben 600 nuovi casi di morbillo, tanto che si parla di 20 nuovi casi ogni giorno, in particolar modo fra bambini con un’età al di sotto degli otto anni. Ci si è chiesta la motivazione di tale recrudescenza e si è arrivati ad una inquietante conclusione.


-->
--> Non si tratta di nuovi patogeni modificati, infatti, ma dell’abbassamento del numero di bambini vaccinati in quella regione a
seguito di un falso allarme lanciato da un medico inglese che avrebbe propagandato uno pseudo studio scientifico da dove si rilevava la possibilità, per coloro che si fossero vaccinati col morbillo, di andare incontro niente meno che all’autismo, cosa del tutto falsa, ovviamente! Il problema accaduto nel Galles non è infrequente anche in altre parti del mondo dove esistono veri e propri comitati anti vaccino, lo vediamo anche in America ma non solo, dove alcuni studiosi o pseudo tali riferiscono gravi malattie correlate al vaccino inoculato, spesso senza rendersi neanche conto che la malattia che il vaccino debella è di gran lunga più pericolosa degli effetti collaterali della cura stessa.

Nessun commento:

Posta un commento