venerdì 24 maggio 2013

Ipertensione arteriosa: quanto può incidere il caldo?



Nonostante il clima ancora incerto, ci avviciniamo alla stagione calda e con le temperature elevate è indubbio che il nostro corpo possa risentire di qualche disagio che in condizioni di salute non del tutto ottimali, potrebbero riflettersi anche sul benessere della persona. Ad esempio, la domanda che ci si fa è la seguente, può il caldo elevato incidere sulla pressione arteriosa della persona e nel caso di soggetti che soffrono di ipertensione arteriosa quasi sempre associata a cardiopatie, può il caldo essere nocivo per queste persone?

-->
--> Secondo uno studio effettuato oltreoceano, si sarebbe visto che il caldo eccessivo nuoce alle persone ipertese e cardiopatiche. Si sarebbe giunti a questa conclusione monitorando qualcosa come 8.801 persone tutte coetanee e con un’età di 65 anni. --> Il lavoro scientifico americano avrebbe stabilito che variazioni pressorie si verificano in dipendenza delle stagioni dell’anno e, dunque, la temperatura climatica incide eccome sulla pressione arteriosa tant’è che, secondo i ricercatori, all’aumentare della temperatura esterna si assiste ad una diminuzione della pressione arteriosa pari a 8 mmHg in condizioni di caldo elevato. Tale evenienza si riflette ancor di più sui soggetti avanti con gli anni. Ad esempio persone di 80 e più anni risentirebbero ancor di più di questa situazione che se da un lato tende ad abbassare la pressione arteriosa, fatto che di primo acchito potrebbe apparire come ottimale, tale evenienza, per altri aspetti, potrebbe creare oscillazioni pericolose della pressione stessa e laddove si assistesse ad un brusco calo pressorio in soggetti potenzialmente a rischio, come accade agli ipertesi anziani, la possibilità di uno shock pressorio potrebbe essere elevata. Lo studio contribuisce a mettere in chiaro che è quanto mai necessario, durante la stagione calda, monitorare attentamente la pressione degli anziani, intervenendo col medico ad un aggiustamento delle terapie quanto mai necessario nelle giornate più calde.  -->

Nessun commento:

Posta un commento