giovedì 11 luglio 2013

Infarto: sorridi e non l'avrai!



  


Una volta sembrava solo un modo dire, oggi si sa che vivere positivo, prendere la vita con filosofia fa davvero bene alla salute, al punto che quanto già si sosteneva empiricamente adesso assume anche un significato scientifico, ciò da quando una ricerca scientifica americana che è stata pubblicata sull’American Journal of Cardiology avrebbe sostenuto senza prova di smentita che essere solari, positivi, ottimisti allontana infarti ed altri guai vascolari.



-->
L’essere depressi, ansiosi, avere continuamente l’umor nero apre la strada a malattie anche cardiovascolari e questo lo si sapeva bene, ma non fino a che punto, tant’ che sono occorsi ben 25 anni prima di poter asserire in maniera scientifica che il buon umore allontana l’infarto. Lo si è ben visto osservando 1.483 partecipanti in buona salute (fratelli o sorelle di pazienti con problemi coronarici), 208 hanno avuto problemi a cuore o coronarie nei 12 anni successivi all'inizio della ricerca. Tutti i partecipanti erano stati sottoposti a dei questionari che hanno permesso di delineare la loro personalità: per i cultori del buonumore gli infarti erano ridotti di un terzo, --> e addirittura dimezzati, tra i soggetti a maggior rischio di malattie coronariche. Dall’osservazione è emerso che il rischio di problemi alle coronarie si riduce del 13% per chi affronta la vita con il sorriso.

-->
Positivi si nasce, spiega l'autrice dello studio Lisa R. Yanek, della Johns Hopkins University School of Medicine negli Stati Uniti, e c'è chi ipotizza che questo modo di essere possa portare la persona ad avere maggior cura di sé, con conseguente diminuito rischio di problemi di salute. Ma i ricercatori americani smentiscono questa teoria dimostrando che è proprio il temperamento a fare la differenza. Infatti, tutti i partecipanti allo studio, chi 'solare' e chi meno, erano esposti agli stessi fattori di rischio di avere un infarto.
Fonte ADNKRONOS

1 commento:

  1. Ciao, sono nuovo qui, a vedere gli aggiornamenti. Ottimo post, complimenti.
    Saluti da:
    http://automotores-de-alta-gama.blogspot.com/

    RispondiElimina