giovedì 1 settembre 2016

Cefalea cronica: funziona l'agopuntura?



Che la cefalea in forma cronica sia tutt’altro che un disturbo lieve, lo dimostrano i dati relativi alle vendite di antidolorifici, farmaci antinfiammatori, antalgici, antalgici maggiori acquistati dai pazienti che ne soffrono o prescritti dai loro medici. E forse proprio per questo la scelta di rivolgersi a soluzioni che non prevedano l’utilizzo di sostanze farmaceutiche avrebbe spinto i ricercatori del Duke University Medical Center a rivolgersi a trattamenti che esulassero dall’impiego dei farmaci a favore dell’agopuntura nel cercare di risolvere quella che in casi gravi diviene una malattia invalidante.


Contro la cefalea cronica si sono impegnati i ricercatori americani citati ed hanno elaborato ben 31 studi che hanno conclamato senza dubbio che la cefalea cronica trattata con agopuntura risponde meglio ai fini di un miglioramento della sintomatologia rispetto alla terapia medica, peraltro, senza incorrere in effetti collaterali cui anche i migliori farmaci e il miglior uso che se ne possa fare, sono soggetti. Non solo, secondo gli studiosi, la risposta terapeutica riguardo l’intensità della cefalea cronica ha mostrato che sottoponendosi a sedute di agopuntura, nel tempo, diminuiva la frequenza di altri attacchi di cefalea e laddove si andasse incontro ad altre crisi, l’intensità del dolore è pur sempre minore nei pazienti che si sono sottoposti ad agopuntura rispetto a quelli che si sono curati con la terapia medica anche rispetto a quelli che avevano utilizzato farmaci specifici contro la cefalea cronica.

In conclusione, l’agopuntura è risultata superiore, rispetto alla simulazione e alla terapia medica nel migliorare l’intensità della cefalea, la frequenza e la percentuale di risposta.
Giuliano

Fonte: ( Xagena2008 )- Sun Y, Gan TJ, Anest Analg 2008; 107: 2038-2047 - Neuro2008



Nessun commento:

Posta un commento