sabato 12 gennaio 2019

Addio alla pancetta: alle donne adesso fa schifo




C’era un tempo in cui si dice che le donne fossero attratte dall’uomo con la pancetta,
sarà che quella protuberanza evocasse nella donna un senso di protezione, non foss’altro per il fatto che, normalmente, l’uomo con la pancetta è quello che, almeno nell’immaginario collettivo, ha realizzato i propri traguardi e se li gode riducendo eventuali altri sforzi che magari potrebbero attentare al volume della pancetta. Insomma, c’era un tempo in cui le donne venivano attratte dalla pancetta maschile. Ma attenzione, così pare non essere più.



Una curiosa ricerca condotta da Renaissance Lab, che osserva gli orientamenti dei due sessi all’interno della medicina estetica, avrebbe concluso che più di una donna su due ha abbandonato la seduzione indotta dalla pancetta maschile a favore del più scolpito addome contrassegnato da muscolatura tonica e a vista e, probabilmente, al tatto.

Qual è il destino quindi per il sesso forte? Dire addio al bel piatto di lasagne da migliaia di calorie, rifiutare il dolce della casa per partito preso, mettersi insomma a dieta e, se tutto ciò ancora non bastasse e sicuramente non basterà, dedicarsi a lunghe ed estenuanti sedute in palestra.

Sembra facile, ma quando la pancetta ha già preso il sopravvento dal torace in giù, ben altro ci vuole che qualche corsetta al mattino,

qualche rinuncia a tavola e qualche attrezzo ginnico ad uso domestico, la strada per far sparire la pancetta e quell’accumulo scomodo di grasso dal ventre è tutta in salita e allora, perché non affidarsi alle sapienti mani della scienza con la sua tecnologia sempre più esasperata? Un esempio: la crioadipolisi che rimodella il corpo congelando gradatamente quel tessuto adiposo così abbondante da non poterlo più nascondere… Quindi da una parte congeliamo l’orribile grasso, dall’altro evitiamo che se ne formi dell’altro ed infine rimodelliamo, attraverso l’esercizio fisico, quello ancora presente. Insomma, un gioco da ragazzi! Se poi lo stuolo di donne che ci corre dietro affascinati dal nostro fare e dalla nostra cultura non si accontenta più soltanto del nostro sapere, ma cerca anche altro, a partire dai pettorali d’acciaio, a quanto pare lo pretenderebbe il 52% del campione di donne intervistate, così un’altra fetta importante del gentil sesso non disdegna anche dei glutei scultorei e delle spalle larghe e intagliate come fossero una statua michelangiolesca, non vi resta altro da fare, in aggiunta alle pratiche di cui sopra, che trascorrere parte della vostra vita in palestra continuando l’esercizio fisico anche a tavola, a partire dal “salto del pasto” o similari amenità.

Resta da chiedersi, ma perché le donne hanno così tristemente cambiato i propri gusti nei confronti dell’altro sesso richiedendo adesso al sesso forte, corpi così in parte artefatti? Semplice no? Addominali in vista sono segni evidente di virilità, sarà così, almeno per il 45% del campione di donne intervenute. Il 39% delle altre donne ritiene che se l’uomo ha un fisico allenato e così perfetto condurrà una vita sana ed equilibrata, sarà! E che dire del 35% del campione femminile che ritiene che un corpo scolpito ad arte è appannaggio di uomini che conducono vita sana, equilibrata, all’insegna della salute e quindi una buona strada da intraprendere insieme per vivere più a lungo e meglio, lontani mille miglia da una vita sedentaria e al riparo dai vizi? 

Sarà così, ogni epoca ha i suoi miti e i suoi modelli, adesso è questa l’era giusta per sfoderare bicipiti ipertrofici, spalle da combattimento e glutei scolpiti nel tempo. Ma un pensiero attraversa la mente, insidioso e cupo, quanto inquietante... Saranno questi i veri valori della vita? E se ognuno facesse come gli pare e risultasse attraente solo perché ha il coraggio di non seguire gusti e mode, aborrendo una volta per tutte quegli stereotipi che ci fanno tutti uguali e solo per questo, risultasse più originale, più vero e, quindi, più attraente degli altri?  



Nessun commento:

Posta un commento