venerdì 28 dicembre 2018

Celiachia: pericolosi i cibi per celiaci per chi non è celiaco





Se appartieni a quella fascia di italiani, uno su dieci, che pensa che senza averne bisogno, convenga mangiare cibi senza glutine per dimagrire e per star meglio, hai sbagliato i tuoi conti, anche economici, perché con la tua scelta insensata, partecipi ad una spesa inutile che è pari, dati dello scorso anno, a 105 milioni di euro per alimenti destinati solamente ai celiaci, che in mancanza delle condizioni che impongono questa scelta alimentare, si concretizza in una pratica perfettamente inutile se non addirittura dannosa.

Secondo i medici specialisti la celiachia, che in Italia riguarda 175.000 persone ed è una condizione che obbliga questi pazienti ad una dieta privata del glutine, è una malattia a tutti gli effetti e la dieta privata di glutine deve riguardare solo questi pazienti. Chi lo fa per false tendenze, come quelle di immaginare di dimagrire con una dieta priva di glutine, sperando così di dimagrire o di star meglio, non solo spende soldi inutilmente ma crea confusione sul vero stato della sua salute e ingenera confusione nella diagnosi, sopratutto nel caso in cui il soggetto fosse in qualche modo veramente coinvolto dalla malattia ed una dieta arbitrariamente auto prescritta finisce per creare delle false positività o delle false negatività sulla diagnosi.

Proprio questa sottovalutazione dei rischi cui si può andare incontro di fronte ad una diagnosi conclamata di celiachia, causa una sotto stima del numero di pazienti veramente interessati alla patologia ed oggi sono almeno 400 mila i potenziali pazienti che pur soffrendo della patologia non sanno di averla ed i cui sintomi sono spesso confusi da un regime dietetico sbagliato.

Una utile guida a questo link può fare chiarezza sull’eventualità di essere o meno coinvolti dalla patologia.


Nessun commento:

Posta un commento