martedì 31 maggio 2016

Malaria: ad un passo dal vaccino





In Italia ci siamo liberati dalla malaria da quasi un secolo, ma nel mondo la malattia miete qualcosa come 400.000 vite ed impressionante è il dato secondo il quale solo lo scorso anno ad ammalarsi sono state ben 214 milioni di persone. Oltretutto, se è vero che in Italia non ci sono le condizioni per ammalarsi, c'è anche da dire che da ritorno da zone del mondo dove la malattia è endemica, non è del tutto scontato che si riesca a fare in tempo una diagnosi certa, una volta giunti nel nostro Paese, per scongiurare la morte e spesso quando anche si fa è troppo tardi perché la malattia non giunga nel suo esito infausto.


giovedì 26 maggio 2016

Autismo: e se fosse tutta colpa delle mamme?




Da sempre ormai associamo l'acido folico e i folati in generale al benessere del feto se assunto dalla madre non dal primo mese di gravidanza, ma addirittura, potendo, dalla data del concepimento. Tutto ciò perché, sarebbe ormai acclarato, che la carenza di vitamine del gruppo B arrecherebbe danni seri al feto. Ma recenti studi potrebbero gettare delle ombre inquietanti su queste ormai granitiche teorie. Secondo tali lavori scientifici l'eccesso delle stesse vitamine potrebbero essere causa di autismo nel nascituro, atteso oltretutto che è ormai accertato che l'autismo ha una matrice genetica e nulla attiene ad esempio alla teoria secondo la quale a provocarlo sarebbero i vaccini assunti in età pediatrica.


sabato 21 maggio 2016

Ipertensione arteriosa: quale l'orario migliore per assumere il farmaco che abbassa la pressione?




Siamo sempre più consci dei pericoli cui si va incontro quando si soffre di pressione alta. Uno dei rischi più subdoli è rappresentato dal fatto che non controllando la pressione per lungo tempo certi che la terapia assunta stia facendo effetto, si rischia di andare incontro a gravi conseguenze. Ciò in considerazione del fatto che nessuna terapia è infallibile è spesso dopo i primi miglioramenti si può assistere a successivi peggioramenti risolvibili quasi sempre con aggiustamenti della posologia o, addirittura una modifica del farmaco. Ma premesso tutto ciò, posto che la terapia funzioni, la domanda che ci si fa è la seguente: conviene assumere il farmaco antipertensivo la mattina al risveglio o la notte?

mercoledì 18 maggio 2016

Autismo: le terapie alternative che possono far bene e quelle no




Purtroppo la scienza non è ancora in grado di trovare una soluzione terapeutica all'autismo e tutto ciò perché non è ancora stata stabilita la causa che genera tale disturbo. Tuttavia con un approccio precoce, aggiunto a quanto oggi la medicina è pur sempre in grado di fare, è possibile agire affinché l'autismo possa riflettersi in modo meno grave nel soggetto che ne soffre?


venerdì 13 maggio 2016

Diabete: si della Metformina anche in pazienti con insufficienza renale





Lo sanno purtroppo molto bene i diabetici, uno dei rischi indotti dalla malattia è quello di andare incontro a insufficienza renale e, non solo! Il risultato è che chi si ammala di diabete deve anche mettere in conto il rischio di peggiorare l'insufficienza renale cui tende ad andare incontro addirittura con quei farmaci che in qualche modo dovrebbero tenere a bada l'aumento della glicemia nel sangue. Uno di questi farmaci è la Metformina, utilizzato nella cura del diabete mellito di tipo 2 ed al contempo bandito per quei pazienti che manifestano insufficienza renale. Ma adesso la questione va rivista, grazie a dei risultati cui è giunta la FDA (Food and Drug Administration).


giovedì 12 maggio 2016

Birra: scoperte le proprietà, fa bene o male alla salute?





Si è sempre dibattuto sulle proprietà della birra, sulle sue proprietà organolettiche in particolare stigmatizzando il fatto che a fronte del consumo ingente di questa bevanda tanto amata in tutto il mondo, sorge spontaneo chiedersi se chi la consuma possa beneficiare dei benefici della birra oppure debba fare i conti con i danni da essa derivante. Ma adesso parrebbe tutto più chiaro.

lunedì 9 maggio 2016

Vaccinazioni: grazie alla disinformazioni oggi rischiamo gravissime epidemie




In Italia le vaccinazioni sono sempre più in calo: vale per quelle contro poliomielite, tetano, difterite ed epatite B e ancor più per le vaccinazioni contro il morbillo, la parotite e la rosolia. È una tendenza denunciata già da qualche tempo ma ora dall’Istituto superiore di sanità arriva un preciso allarme: si tratta di un fenomeno preoccupante che può diventare drammatico, far perdere la protezione della popolazione e causare epidemie importanti.




mercoledì 4 maggio 2016

Depressione: una malattia troppo spesso nascosta





In tutto il mondo si stima che 350 milioni di persone di tutte le età soffrano di depressione. Una malattia spesso nascosta, in aumento ma sottostimata, con costi umani e sociali enormi, una patologia che colpisce in Europa 30 milioni di persone e spesso compare in età giovanile.

lunedì 2 maggio 2016

Aids: ma perchè non se ne parla più?





Da anni non si parla quasi più di Aids (ad eccezione del 1° dicembre, proclamata nel 1988 Giornata mondiale contro l’Aids), come se il virus fosse scomparso dalle nostre vite. Eppure non è così: nel 2014 in Italia 3.695 persone hanno scoperto di essere HIV positive (un’incidenza di 6,1 nuovi casi ogni 100mila residenti). I più colpiti sono gli uomini tra i 25 e i 29 anni e le Regioni con un’incidenza più alta sono state Lazio, Lombardia ed Emilia-Romagna. Il numero di nuovi casi è stabile da 3 anni e colloca l’Italia al 12° posto nell’UE.I dati sono del Centro Operativo AIDS (COA) dell’Istituto Superiore di Sanità che pubblica annualmente un fascicolo sulle diagnosi e sui nuovi casi di HIV.