mercoledì 30 settembre 2015

Farmaci: la pubblicità induce a comprare medicinali come fossero saponette!








La pubblicità induce spesso falsi bisogni e i farmaci non sono immuni da questo meccanismo. Le strategie utilizzate sono diverse: a volte, basta proporre medicinali nuovi che di nuovo hanno in sostanza soltanto il prezzo; altre volte, vengono proposti antidolorifici diversi per comuni patologie che potrebbero essere trattate con lo stesso prodotto; nei casi più gravi, però, si danno “medicine anche ai sani”. È quanto afferma Altroconsumo che parte da una domanda: sei sicuro di aver bisogno di tutti i medicinali che hai in casa?





lunedì 28 settembre 2015

Farmaci: non sempre nei bambini vale la metà dose





Bambini e adolescenti non sono adulti in miniatura”. Per cui non vale l’idea di dare loro metà cucchiaio di un farmaco o mezza pasticca. “Non dare loro i tuoi farmaci rivolgiti sempre al pediatra. Per la loro salute, il senso della misura non basta”. È il claim della campagna di comunicazione dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) su farmaci e pediatria, che però sta facendo discutere.
Nello spot video della campagna si dice: “Ogni giorno a migliaia di bambini vengono somministrati farmaci non sperimentati per uso pediatrico, spesso senza nessuna prescrizione né controllo medico. Ma chi li espone a questi rischi? Non dare loro i tuoi farmaci. Lattanti, bambini e adolescenti non sono adulti in miniatura. Rivolgiti sempre al pediatra. Se ti sta a cuore la loro salute, il senso della misura non basta”. Il progetto della campagna, spiega l’Aifa, mira a diffondere informazioni certificate e corrette sull’uso dei farmaci per i più piccoli. Ma qualcuno non è convinto: il Moige, Movimento Genitori, considera la campagna allarmistica, tanto da averla segnalata all’Istituto di autodisciplina pubblicitaria.


domenica 27 settembre 2015

Crisi economica: aumentano diabete, obesità ed infarti, lo dice il CNR





Dal periodo pre-crisi economica (1998-2002) a quello della crisi (2008-2012) sono aumentate le condizioni di

rischio per la salute, in particolare diabete, obesità e ipercolesterolemia, fra le persone meno abbienti. Nella diffusione di alcune patologie le abitudini di vita sono collegate al reddito e alla scolarizzazione: stili di vita meno salutari spesso si accompagnano a un minore reddito e a un minore livello di scolarità. In sintesi: la crisi economica fa male alla salute. Lo conferma uno studio frutto della collaborazione fra Consiglio nazionale delle ricerche e Società italiana per la prevenzione cardiovascolare.



La domanda di partenza era: la crisi economica e la crescita della disoccupazione hanno avuto evidenti conseguenze sui consumi e sullo stile di vita delle persone colpite, ma tale ricaduta incide anche sulla salute? Lo studio ‘Impatto della crisi economica sulla prevenzione cardiovascolare’, coordinato da Gaetano Crepaldi dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche di Padova (In-Cnr) e da Maria Grazia Modena dell’Università di Modena-Reggio Emilia, ha provato a dare alcune risposte a questo interrogativo.Nel confronto tra i dati del periodo precedente la crisi, dal 1998 al 2002, e quelli del 2008-2012, emerge un aumento di condizioni a rischio. Inoltre, salute e buone abitudini appaiono correlate con reddito e scolarità.



sabato 26 settembre 2015

Ketoprofene: attenti alla crema che crea reazioni simili ad una scottatura



Il ketoprofene può causare reazioni di fotosensibilizzazione: per questo l’Agenzia italiana del farmaco e l’Agenzia europea dei medicinali hanno diffuso informazioni di sicurezza sui medicinali contenenti ketoprofene per uso topico (un farmaco antinfiammatorio non steroideo) e il rischio di fotosensibilizzazione. Dopo la revisione scientifica del 2010, e dopo le segnalazioni di reazioni avverse di fotosensibilizzazione e di co-sensibilizzazione con l’octocrilene (filtro UV), è stato deciso, a livello europeo, che siano effettuate a cadenza regolare delle comunicazioni sul rischio di fotosensibilizzazione da ketoprofene topico.


giovedì 24 settembre 2015

Sanità: se hai i soldi ti curi se non ce l'hai... crepi!







I tempi di attesa sono ormai biblici e chi può permetterselo ricorre alle cure a pagamento: con una spesa media di 70 euro in più, si risparmiano oltre due mesi di tempo. Sono sempre di più gli italiani che pagano di tasca propria i servizi sanitari, perché la scelta (per chi può) è fra un’attesa infinita di prestazioni che il sistema pubblico non riesce a garantire in tempi adeguati, dalle visite specialistiche agli esami diagnostici, e una invece limitata a pochi giorni, se si paga e si hanno i soldi. Sono le dinamiche di una sanità che non è uguale per tutti, e nei confronti della quali i cittadini sono sempre meno soddisfatti – per il 38,5% la sanità è infatti peggiorata negli ultimi due anni – secondo quanto emerge dalla ricerca Rbm Salute-Censis «Costruire la sanità integrativa», promossa in collaborazione con Previmedical e presentata ieri a Roma.


domenica 20 settembre 2015

Farmaci anti colesterolo: gli alti interessi delle Case farmaceutiche producono storture







Stop immediato a farmaci anticolesterolo costosi e di efficacia dubbia: è quanto chiede Altroconsumo che ha inviato una lettera all’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) in cui chiede la modifica della nota 13 del 2013 che riconosce la rimborsabilità di farmaci, come ezetimibe, dall’efficacia incerta, ma sicuramente più costosi per il Servizio Sanitario Nazionale. Il rischio: l’aumento nell’uso di statine ad alta potenza ma con efficacia ancora dubbia.



sabato 19 settembre 2015

Punture di zanzare: servono davvero i prodotti dopo puntura? C'è chi dice no!








Stick, gel, spray o, per i più temerari, anche scariche elettriche. “I prodotti che promettono di alleviare il fastidio delle punture di zanzara sono cosmetici su cui è bene non riporre troppe aspettative – scrive Altroconsumo – Non sempre sono efficaci e possono contenere ingredienti pericolosi soprattutto per i più piccoli”.




giovedì 17 settembre 2015

Cataratta: mai più bisturi!





La notizia non è di quella che ci farà trasalire e ci farà attendere il passaggio fra la sperimentazione e l’uso pratico della scoperta con estrema trepidazione. Tuttavia, atteso che a nessuno fa piacere sottoporsi ad un intervento chirurgico di cataratta, nonostante i sistemi sofisticati utilizzati oggi siano sicuri e poco invasivi, rallegrerà il cuore sapere che da qui a qualche anno tutti coloro i quali soffrono di cataratta non dovranno più entrare in una sala operatoria oculistica per risolvere il loro problema, visto che porranno fine ai loro disturbi con un semplicissimo collirio da istillare in ognuno degli occhi affetto da cataratta.



mercoledì 16 settembre 2015

Morbo di Alzheimer: sempre più dell'avviso che potrebbe trattarsi di malattia contagiosa







C’è un’inquietante scoperta scientifica il cui studio è stato da recente pubblicato su Nature, secondo la quale il temibile morbo di Alzheimer sarebbe addirittura contagioso. Ovviamente il contagio non avviene col sistema della trasmissione dei virus, insomma come se si trattasse di un banale raffreddore, tuttavia, se tale tesi venisse confermata, la grave patologia potrebbe trasmettersi da un individuo ad un altro.



Alimenti per l'infanzia: troppi i nutrienti inutili se non addirittura dannosi






Il latte artificiale per l’infanzia deve essere sicuro e adatto a soddisfare il fabbisogno nutrizionale dei bambini. Negli alimenti per lattanti e negli alimenti di proseguimento, il limite massimo per le proteine dovrebbe essere ridotto a 2,5 g/100 kcal in entrambe le categorie di alimenti a base di proteine del latte, e a 2,8 g/100 kcal in entrambe le categorie contenenti proteine isolate di soia oppure proteine idrolizzate. Questo il parere aggiornato dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa).




martedì 15 settembre 2015

Uova: attenti alla scadenza, a non rispettarla si rischia la salmonella!







Attenzione a prolungare il periodo di conservazione delle uova: questo aumenterebbe i rischi di intossicazione alimentare da salmonella. Chiamata dalla Commissione europea a esprimere una valutazione scientifica su possibili sviluppi futuri relativi alla marchiatura della data per le uova, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha messo in evidenza i possibili rischi di intossicazione da salmonella.




domenica 13 settembre 2015

Forni a microonde: la verità sulle mille sciocchezze dette su questi dispositivi







Il forno a microonde fa male? E’ cancerogeno? E’ radioattivo? Come si pulisce? Può essere usato per qualunque alimento? Altera le proprietà dei cibi? Altroconsumo sfata i 5 falsi miti costruiti attorno a quello che è un elettrodomestico molto utilizzato.




sabato 12 settembre 2015

Melanoma: un grave tumore della pelle purtroppo in sensibile aumento






Nel nostro Paese nel 2014 sono attesi circa 11.000 mila nuovi casi di melanoma (erano meno di 6000 nel 2004, 7000 nel 2010, 10.500 nel 2013). È un tipo di tumore della pelle in costante crescita, infatti le diagnosi sono quasi raddoppiate in dieci anni, particolarmente fra i giovani.  



giovedì 10 settembre 2015

Allergie: aumentate del 50% in soli due decenni, quali le cause?







“Oggi il pediatra si trova di fronte all’offerta di numerosi presidi, alimenti funzionali, pro-e prebiotici,vitamina D, proposti per la prevenzione delle allergopatie ma che non possono essere acriticamente adottati, considerando anche il loro impatto economico per il paziente e per la società” spiega il Presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, Giuseppe Di Mauro.




mercoledì 9 settembre 2015

SLA: sconti sull'energia elettrica per i pazienti affetti dalla malattia, ecco come fare per ottenerli








Per chi ha bisogno di macchinari salvavita sono possibili sconti in bolletta che variano da 177 a oltre 600 euro. In occasione della Giornata nazionale della Sla, l’Autorità per l’energia ricorda che le famiglie con malati gravi costretti a usare apparecchiature elettromedicali salvavita possono richiedere un bonus-sconto sulla bolletta elettrica, del valore compreso fra 177 e 639 euro. L’operatività del bonus è assicurata dall’Autorità insieme ai Comuni e all’Anci (Associazione nazionale comuni italiani).




lunedì 7 settembre 2015

Giovani: tutti social network, internet e smartphone, ma sono davvero felici?





E’ difficile fare un confronto fra generazioni diverse, anche se fra l’una e l’altra gli anni intermedi non sono tanti eppure, se paragoniamo l’attuale generazione a quella che l’ha preceduta e ancor prima ad appena due generazioni fa, sembra che fra i giovani di oggi e quelli di un trentennio fa sia stata calata una mannaia a segnarne un solco profondissimo. In questa sede nessun giudizio sulle persone e sui loro stili di vita, ognuno di noi si fa un suo personalissimo convincimento di come si viveva ieri e come si vive oggi. Però, l’attuale generazione di giovanissimi, che i pediatri ormai definiscono la “Generazione I Like”, vive davvero un’epoca felice?




domenica 6 settembre 2015

Obesità: troppi fast food, merendine e bibite gassate fra i giovani








I ragazzi milanesi conoscono le cause dell’obesità e le regole della piramide alimentare; hanno le idee chiare sul “cibo spazzatura”, ma si interrogano poco sull’origine degli alimenti. Amano il Kebab, consumano poca frutta e verdura preferendo merendine confezionate e bibite gassate e praticano poco lo sport. È quanto emerge dall’indagine “Minori e benessere fisico: tra conoscenza, consapevolezza e abitudini” realizzata dal Movimento Difesa del Cittadino di Milano in occasione della Giornata mondiale dell’Infanzia di domani su 399 ragazzi tra gli 11 e i 12 anni. 




sabato 5 settembre 2015

Diabete: nuovo test lo prevede con cinque anni di anticipo e si evita la malattia






Molte volte spereremmo che esistesse una sorta di palla di vetro, non soltanto per leggere il nostro futuro in ambiti più o meno ameni, quanto invece per gettare uno sguardo sul futuro sul bene più importante che abbiamo, la nostra salute e quella dei nostri cari. Ma una tale eventualità è riservata agli angoli più fantasiosi della nostra mente, nella pratica, a parte un po’ di prevenzione, per chi la fa, il futuro è pur sempre quanto mai incerto. Eppure qualcosa sta per cambiare, qualcosa di molto importante per il nostro benessere. Infatti già da adesso, potremo sapere se, pur stando bene, nel volgere di cinque anni ci ammaleremo di diabete!

venerdì 4 settembre 2015

Poliomielite: in Ucraina è rischio epidemia




C’è qualcuno che inseguendo teorie strampalate secondo le quali i vaccini siano forieri di malattie spesso persino peggiori di quelle che si tende a curare con tali presidi, sceglie, scientemente, di non vaccinare i propri figli, assumendosi una responsabilità enorme per le conseguenze che avrà indotto ai propri bambini. Se qualcuno pensa che dai vaccini bisogna stare alla larga, gli sarà utile gettare lo sguardo in Ucraina, dove chi ha scelto l’obiezione oggi ha di che pentirsene.



giovedì 3 settembre 2015

Antibiotici: rischio reale che non "funzionino" più!








Senza regole gli antibiotici non funzionano”: è questo il messaggio principale della campagna dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sul corretto uso di questi farmaci, lanciata in occasione dell’odierna Giornata europea degli antibiotici. Il protagonista dello spot è un batterio che viene annientato solo con comportamenti appropriati: usare gli antibiotici solo se necessario, rispettando dosi e durata della terapia, e non impegarli per curare malattie virali.




mercoledì 2 settembre 2015

Alimentazione: da adesso meno sale nei passati e nelle zuppe di verdure







Meno sale in zuppe e passati di verdura surgelati: almeno il 10% in meno per 28 prodotti di sei aziende leader del settore. Questo l’esito del protocollo d’intesa siglato fra Ministero della Salute e Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (AIIPA) – Settore surgelati per la riduzione del contenuto di sale in alcuni prodotti surgelati, nel dettaglio zuppe e passati di verdura e legumi. La riduzione del consumo di sale rientra fra gli obiettivi del programma Guadagnare Salute.