domenica 29 aprile 2012

Morbo di Alzheimer: Ginkgo Biloba, inutile e persino dannoso?

La domanda che in molti si fanno è, il Ginkgo Biloba è utile nelle demenze senili, potrebbe contrastare in qualche modo persino il Morbo di Alzheimer?  Una domanda che sta a cuore a molti, non solo ai pazienti e ai loro familiari affetti da questa patologia, ma anche a medici e ricercatori in genere alle prese con questa sostanza.

Tamponi vaginali: sempre più utili contro le infezioni


Sul modello già applicato per la diagnosi delle infezioni delle vie aeree, pensiamo ai tamponi tonsillari, si è fatto strada sempre di più, al fine dell’individuazione tempestiva di un’eventuale infezione ginecologica nella donna, il tampone vaginale.

venerdì 27 aprile 2012

Frutta e verdura: e se facesse male a donne gravide e bambini?



Nessuno può mettere in discussione il fatto che la frutta faccia bene alla salute…. Tuttavia al pari di ciò, bisogna anche considerare il rischio che la stessa ortofrutta, con i trattamenti che subisce, possa partecipare all’insorgenza di malattie a carico dei diversi apparati.

Morbillo: non è per nulla scomparso, anzi è più pericoloso di prima



Il virus del morbillo è scomparso? Macchè, tutt’altro, tale agente patogeno di fatto non è mai andato “in pensione” e, per di più, stante il fallimento della campagna vaccinale che non ha raggiunto la quota di pazienti che avrebbe dovuto sottoporsi al vaccino,  il morbillo si è rifatto vivo in tutta Europa, Italia compresa.

giovedì 26 aprile 2012

Obesità: la Dimagenina, ovvero, la pillola che nello stomaco diviene un palloncino, funziona davvero?



L’argomento è sempre di attualità… le diete che funzionano e quelle che sono solo una pia illusione, i farmaci che fanno dimagrire davvero e quelli che fanno solo male. Insomma, mai come in quest’epoca parlare di soluzioni dimagranti è di sicuro interesse, non foss’altro perché nel mondo l’obesità prima e il sovrappeso dopo, sono divenuti un allarme sociale. E allora, in tale contesto, la domanda nasce spontanea. La pillola che una volta nello stomaco si trasforma in un palloncino è efficace, oppure in qualche caso persino pericolosa?

Occhiali da sole: salvano la vista, ma pochi lo sanno


Gli occhiali da sole, oltre ad essere un accessorio di moda, sono un oggetto di protezione. Ma soltanto il 15% degli italiani li indossa sempre, a fronte di un 30% che non li indossa quasi mai e di un 18% che li mette raramente. Ma i dati più preoccupanti riguardano i bambini: l'80% dei bimbi tra i 4 e i 10 anni non li porta quasi mai. "La protezione solare dei nostri occhi diventa un tema sempre più pressante, non solo nel periodo primaverile ed estivo, ma in tutti i periodi dell'anno - afferma il Professore Francesco Loperfido, consulente della Commissione Difesa Vista e responsabile del Servizio di Oftalmologia Generale presso l'Unità Operativa di Oculistica dell'Ospedale San Raffaele di Milano. 

martedì 24 aprile 2012

Obesità: una nuova arma in grado di combatterla



Si chiama cardiotrofina ed è una proteina che ultimamente è balzata agli onori della cronaca, grazie al ruolo che tale sostanza deterrebbe nel bruciare i grassi.

Sclerosi multipla: attenzione a farmaco che la cura



L’Agenzia Europea per i Medicinali chiede agli operatori sanitari una maggiore prudenza nella prescrizione di Fingolimod, il farmaco ad azione immunosoppressiva utilizzato nelle terapie contro la sclerosi multipla, per ridurre i rischi degli effetti negativi sul cuore. 

Alimentazione: la frutta secca fa bene come quella fresca


Ma chi l’ha detto che consumare frutta secca sia meno salutare rispetto al consumo di frutta fresca? A parere degli esperti il quantitativo di sostanze nutrizionali della frutta secca è pari a quello detenuto dalla frutta fresca, almeno così sostengono studiosi ungheresi riunitisi per la trentesima edizione del World Nut and Dried Fruit Congress.

Bactrim: attenzione massima nell'uso



Sembra di vederli quanti alzano il dito contro le medicine in genere sostenendo che fanno sempre male. Ovviamente queste persone hanno torto, i farmaci, se ben utilizzati salvano la vita, ma come tutte le cose del mondo, ci vuole precauzione, cautela quando si maneggiano sostanze farmacologiche e a volte, persino la massima attenzione non basta a scongiurare il pericolo, come avviene con un farmaco, conosciuto come Bactrim ( trimetoprim-sulfametossazolo) da almeno due generazioni utilizzato al meglio e un diuretico, più noto agli anziani che ai giovani, quale è lo spironolattone.


lunedì 23 aprile 2012

Morbo di Alzheimer: attenzione a questo farmaco


Attenzione ad un farmaco utilizzato dai malati di Alzheimer che, a giudizio della Pubblic Citizen, una importante Associazione di difesa dei Consumatori, dovrebbe essere ritirato dal commercio a causa dei gravi effetti collaterali che la molecola farmacologia potrebbe essere in grado di determinare.

Cistite: anche l'alimentazione partecipa a combatterla


Soprattutto le donne ben sanno cosa significhi soffrire di cistiti ricorrenti, così come sanno bene  come il ricorso agli antibiotici per queste infezioni delle vie urinarie sia “conditio sine qua non” per limitare i danni della malattia e contrastare le recidive.

domenica 22 aprile 2012

Contraccezione: incinta con tutta la spirale?



Usi la spirale e rimani incinta ugualmente, come è possibile? Forse lo IUD, il dispositivo intrauterino, nato proprio per evitare gravidanze indesiderate, non è efficace come si penserebbe?

Creme solari: le più economiche le migliori



Stavolta sembrerebbe sfatato il concetto secondo il quale, caro è meglio, almeno se parliamo di creme solari, dove sembrerebbe che l’inclinazione da parte del consumatore di ricorrere a creme solari economiche rispetto a quelle di marca, per lo più blasonate e dai costi rilevanti, sarebbe la scelta migliore.

sabato 21 aprile 2012

Ictus: dopo l'evento, miglior recupero funzionale con i videogiochi



Chi ha avuto un ictus o si è preso cura di un familiare affetto da un evento del genere, ben sa i problemi che si sono palesati dopo il fatto acuto, quando si presenta in tutta la sua drammaticità, la necessità di far riprendere in qualche modo il recupero funzionale degli arti, compresi quelli superiori e le abilità motorie in genere di questi pazienti. Un processo difficile, fino adesso costellato da insuccessi terapeutici che rendono a volte penosa la vita del paziente. Ma oggi qualcosa di nuovo si profila all’orizzonte.

venerdì 20 aprile 2012

Ictus: un aumento del 500 per cento se associato ad una patologia cardiaca particolare



La patologia cardiaca sottovalutata provoca un aumento del 500% del rischio di ictus e unisce le associazioni di medici  e di pazienti


giovedì 19 aprile 2012

Viagra: è un farmaco, ma in molti lo usano a scopo ricreazionale


Scherza coi farmaci la Pfizer, l’azienda produttrice del Viagra, un farmaco che al suo esordio, avvenuto nel 1998, venne presentato come la soluzione a portata di mano contro la disfunzione erettile in quei pazienti affetti da diabete, da eventuali danni alla colonna vertebrale, o che avevano subito un intervento chirurgico importante alla prostata. Ma poco dopo aver assistito al successo della molecola, l’azienda produttrice, per migliorare il proprio business, ha finito per propagandare il farmaco facendolo divenire la pillola per tutti, anche per i sani e dunque lo scopo della molecola divenne ricreazionale.

Farmaci: alcuni insieme all'alcol sono molto pericolosi, ecco quali



Quando si assumono farmaci, troppo spesso lo si fa con troppa disinvoltura, sovente senza neanche leggere il foglietto illustrativo, per non contare quelli che prendono medicinali senza neanche essersi consultati col proprio medico curante. Ma c’è un comportamento molto pericoloso, a volte, che molti impiegano di fronte ad un farmaco, ovvero, assumerlo in concomitanza con le sostanze alcoliche, un comportamento questo che in certi casi può avere conseguenze anche molto gravi. Dunque, la domanda è, quali farmaci non vanno mai assunti insieme all’alcol?

mercoledì 18 aprile 2012

Mal di testa: arriva la pillola che non danneggia lo stomaco


Che i fans, ovvero, i farmaci antinfiammatori non steroidei, insieme ai tanti benefici di cui sono capaci, non sono per nulla esenti da effetti collaterali, nonostante la TV pubblicizzi quelli a basso dosaggio e dunque di libera vendita, come fossero caramelle, è cosa assai nota, tant’è che ormai tutti sanno che i più comuni effetti avversi di queste sostanze sono rappresentati dalla gastrolesività, ecco perché si raccomanda l’assunzione a stomaco pieno. Così come degno di nota è anche l’eventuale danno ai reni, quando si preveda un uso prolungato con questi farmaci e di conseguenza qualche azione negativa potrebbero detenerla anche sulla pressione arteriosa.

Depressione: nelle adolescenti annessa al menarca precoce


Potrebbe essere il menarca precoce o tardivo, alla base della depressione adolescenziale di molte ragazze, a stabilirlo uno studio effettuato da Carol Joinson, della School of social and community medicine dell’università di Bristol (Gran Bretagna), e collaboratori, condotto su 2.184 ragazze dell’Avon longitudinal study of parents and children volto a valutare l’associazione tra comparsa del menarca e sintomatologia depressiva all’età di 10,5, 13 e 14 anni.

martedì 17 aprile 2012

Alimentazione: poco sale fa male?



Ma non ci avevano sempre raccomandato, ai fini di evitare l’ipertensione arteriosa, allo scopo di scongiurare  l’eventualità di ictus e ogni altra patologia cardiovascolare, di limitare dalla dieta il sale? Si certo, eppure un recente studio farebbe pensare che qualcosa di diverso si profilerebbe all’orizzonte.

Melanoma: altre buone notizie



Un tumore, se vogliamo…. terribile, un tumore maligno come il melanoma, caratterizzato da un’alta malignità data dalla possibilità di generare metastasi in breve tempo e dunque stroncare repentinamente la vita del paziente. Stiamo parlando del melanoma.


lunedì 16 aprile 2012

Morte improvvisa in campo: si può evitare? esistono sintomi che dovrebbero allarmare?



I recenti tragici fatti occorsi a molti atleti deceduti in campo a causa di un arresto cardiaco improvviso, l’ultimo in ordine di tempo quello accaduto al centravanti Pier Marco Morosini, deceduto due giorni fa durante una partita di calcio, aprono nuovi scenari in parte inquietanti riguardo la salute degli atleti impegnati in gare estenuanti come possono essere gli incontri di calcio o di altre discipline. Ma ciò che ci si chiede è se l’arresto cardiaco di cui sono vittime queste persone è un evento scongiurabile, se è possibile immaginare il suo esordio e, soprattutto, se è possibile prevenirlo.

Pillola dei cinque giorni dopo: pasticcio all'italiana!



C’era da aspettarselo che in Italia il nuovo contraccettivo, la pillola dei 5 giorni dopo in vendita nelle farmacie dallo scorso 2 aprile, avrebbe fatto discutere. Nonostante la pillola, commercializzata con il nome di ElleOne, sia stata approvata dall’Autorità Europea dei Farmaci già a maggio 2009 e qualche mese fa dall’Agenzia Italiana del Farmaco, nella parte più cattolica del nostro Paese desta qualche preoccupazione (o malumore).  


domenica 15 aprile 2012

Eiaculazione precoce: perchè "lui" arriva troppo presto?


Per una coppia l’eiaculazione precoce rappresenta una sorta di fantasma contro il quale lottare. Tuttavia, non siamo neanche del tutto certi che chi soffre della patologia e lo stesso coniuge siano sempre in grado di stabilire l’esatta valenza della condizione patologica, così come non è raro il fatto che qualcuno non confonda l’eiaculazione precoce con l’impotenza, ciò per il semplice fatto che entrambe le condizioni rendono difficile, se non impossibile, la vita sessuale all’interno della coppia. Oltretutto, bisogna anche sgombrare il campo da quelle false positività che accompagnano la condizione, ritenuto che è possibile in determinati periodi della vita, soffrire di qualche alterazione delle proprie performance sessuali, senza per questo pensare immediatamente ad una patologia, stante il fatto che anche le proprie prestazioni sessuali sono sovente dipendenti da determinati stati patologici insorti e, dunque, prima di parlare di eiaculazione precoce, con tutte le conseguenze che tale stato determina, sarebbe sempre meglio discutere del disturbo col proprio medico curante, al fine di stabilire o meno l’evidenza della condizione patologica insorta.

sabato 14 aprile 2012

Acqua potabile: quella del rubinetto contiene arsenico e causa gravi malattie cardiovascolari





L’acqua potabile, pur potabile, contiene tracce di arsenico senza per questo apparentemente rappresentare un particolare pericolo. Ma i ricercatori hanno voluto vedere meglio se è vero che tale elemento disciolto in piccole concentrazioni nell’acqua è davvero del tutto innocuo o meno per la salute e per farlo, hanno analizzato l’acqua dei rubinetti e la quantità di arsenico disciolto in essa.

venerdì 13 aprile 2012

Infezioni: il copriwater aperto è causa di infezioni anche serie



Parliamo di una situazione che non è certo il massimo dell’eleganza, ma il suggerimento che ne deriva è sicuramente utile ai fini della prevenzione, per quanto possibile, delle malattie, Il problema riguarda il water ed il suo utilizzo nella stanza da bagno.

Lettori mp3: se si esagera con l'ascolto fanno danni seri all'udito



Ascoltate musica con un lettore mp3? Se il volume è alto il danno arrecato al vostro udito è maggiore di quello che si avrebbe a causa dei rumori avvertiti in strada o nell’ambiente di lavoro se questo è particolarmente rumoroso.


giovedì 12 aprile 2012

Morte apparente: bambina si risveglia nella cella frigorifera dell'obitorio



Il caso è inquietante e non solo per l’incuria di chi è sottoposto al controllo dello stato di morte dei pazienti in ospedale, ma anche perché non è la prima volta che si ritiene deceduta una persona in realtà ancora viva. L’ultimo caso in ordine di tempo riguarda una bambina ritenuta morta alla nascita a causa di un parto prematuro e per questo riposta nella cella frigorifera dell’ospedale e che, come per incanto, pare essersi risvegliata dal suo sonno, dodici ore dopo essere stata dichiarata clinicamente morta.


Tumori: ecco come arrestare il vomito causato dalla chemio



Chi, suo malgrado, è costretto a sottoporsi a trattamenti con chemioterapia antiblastica per la cura di una neoplasia, sa bene quanto, nonostante gli sforzi fino ad adesso compiuti, sia difficile sopportare queste cure senza andare incontro ad un effetto avverso come quello rappresentato dalla nausea e soprattutto dal vomito. Si sono fatte fino adesso tante ipotesi per meglio giustificare il disturbo che a volte è tanto grave da compromettere la vita del paziente stesso e si è giunti alla conclusione che una delle possibile cause che giustificano il vomito incoercibile del paziente neoplastico in trattamento chemioterapico è la carenza di carnitina.

mercoledì 11 aprile 2012

Benessere: ma fa bene andare a spasso col cane?


Ci è stato ricordato tante volte che la passeggiatina col cane al seguito è una gioia per noi e per il nostro amico a quattro zampe, oltretutto il moto fisico derivante dalla corsetta per strada con l’animale fa bene ad entrambi ma… non sono tutte “rose e fiori”!

Ictus: la donna muore!


Già la parola ictus fa paura da sola, ma alle donne questa serie di eventi patologici che conclamano con un danno spesso irreversibile di una o diverse funzionalità dell’organismo, dovrà fare più paura e ciò per almeno due motivi. Il primo, la donna, dopo la menopausa va di gran lunga più soggetta ad ictus rispetto all’uomo che ha addirittura abbassato l’incidenza negli anni di almeno un terzo nei confronti della patologia. Il secondo e più grave motivo, la donna di ictus muore.

Malattie cardiovascolari: prima causa di morte in Italia


I tumori fanno tantissima paura, ma fra le cause di morte degli italiani, tali patologie non spiccano al primo posto, occupato invece dalle malattie cardiovascolari balzate in pole position e c’è da considerare che non sempre è stato così, visto che il trend che vede come causa di morte infarti e ictus è iniziato nel 2008.In Italia infatti ogni anno muoiono per patologie cardiovascolari 97.953 uomini su 281.824 decessi totali. 

martedì 10 aprile 2012

Sclerosi multipla: presto una pillola la guarirà



Una vera rivoluzione in campo farmacologico che proviene dai laboratori di ricerca svizzeri della Novartis i cui ricercatori avrebbero individuato una cura del tutto inedita anche per le modalità di terapia, da utilizzarsi contro la sclerosi multipla.

Obesità infantile: ecco la causa!


Ben sappiamo come il problema dei popoli evoluti è rappresentato dalla super alimentazione, una condizione questa tutt’altro che irrilevante, se si pensa che proprio a causa dell’eccesso di cibo ingerito, si va incontro al sovrappeso e all’obesità che sono già di per sé motivo di preoccupazione stante il fatto che entrambe le condizioni cliniche aprono la via a tante malattie metaboliche e cardiovascolari. Oltretutto, ad andare incontro all’eccesso ponderale sono negli ultimi decenni sempre più bambini esposti a loro volta da adulti alla stessa malattia. Ma oggi per spiegare l’obesità infantile c’è dell’altro ancora da apprendere.

Ipercolesterolemia: ecco il nuovo farmaco anticolesterolo



Certo qualcuno dirà, ma la cura contro l’ipercolesterolemia, ovvero, l’eccesso di colesterolo nel sangue, causa di gravi malattie nel tempo, dall’infarto all’ictus, non esiste già da quando abbiamo scoperto le statine? Certo che si, ma in campo medico si fanno tutti i giorni sempre più passi avanti, al punto che, per quanto attiene l’ipercolesterolemia, abbiamo una nuova molecola che pare promettere risultati ancora migliori.


lunedì 9 aprile 2012

Morbo di Alzheimer: ecco come evitare che il paziente si perda


Chi si prende cura di un ammalato di Alzheimer, così come chi è affetto da tale patologia ed è ancora in una fase iniziale della malattia, ben sa cosa significhi, in aggiunta a tutte le difficoltà annesse allo stato, perdere nella città il parente o l’amico malato, o sapere, per un paziente, di non essere più in grado di ritrovare la via di casa, con un carico di ansia e preoccupazione che tale stato determina nel paziente e nei parenti che lo accudiscono. Ma oggi la soluzione a questo problema potrebbe essere lì, a portata di mano ed ad un costo quasi risibile.

domenica 8 aprile 2012

Tumori: eliminiamoli senza più intervento chirurgico


Pensiamo a quei tumori solidi che devono essere raggiunti dalla mano del chirurgo. Pensiamo a quelle masse neoplastiche tanto piccole da richiedere uno sforzo supplementare per il medico che deve eliminarle. Pensiamo infine, a quel corollario di procedure che accompagnano un intervento chirurgico volto ad eliminare le masse tumorali a partire dalla narcosi, ovvero, dall’anestesia generale per il paziente. Ebbene, adesso potrebbe cambiare tutto, grazie ad HS Amica – Apparatus for Microwave Ablation’, un inedito e straordinario apparecchio medicale messo in atto dal CNR.

Onicofagia: mangiarsi le unghia è segno di un disagio a volte profondo


In gergo medico si chiama onicofagia, ovvero, l’abitudine di mangiarsi le unghie, un’abitudine per certi versi odiosa, ma soprattutto dannosa che coinvolge il 5 per cento della popolazione italiana, dai più piccoli, si crede che l’abitudine inizi in età scolare e prosegua fino all’adolescenza, per giungere ai più grandi che con l’insana abitudine non chiudono mai i conti e si calcola che fra i 10 e i 18 anni di età, un giovane su dieci si dedichi continuamente ad alimentare il "viziaccio". Sui motivi che generano il fenomeno, psicologi e medici si sono più volte espressi cercando le motivazioni che stanno alla base dell’onicofagia. Si crede infatti che il bambino inizi a rosicchiarsi le unghia quando fa la conoscenza col proprio fratellino del quale è quanto mai geloso. Ma anche una situazione all’interno della famiglia caratterizzata da un clima teso a causa dei dissapori fra coniugi può stare tranquillamente alla base del fenomeno. Insomma, l’onicofagia non sarebbe null’altro che un modo attuato dall’organismo per scaricare la propria ansia nei confronti di un problema vissuto, a torto o a ragione, in maniera frustrante. 

sabato 7 aprile 2012

Pulizia della casa: a volte è pericolosa!



A volte le mamme in particolare non si rendono neanche bene conto di quanto un eccesso di pulizia, soprattutto dettato dall’ansia di rendere l’ambiente ai figli che lo abitano sempre lindo e quasi sterilizzato, renda proprio ai bambini la vita più complicata. Non a caso oggi i piccoli sono più esposti alle allergie rispetto a quanto lo fossero i loro coetanei del secolo scorso e se tale fenomeno ha visto sempre più bambini alle prese con crisi allergiche e relativi disturbi, a ciò potrebbe contribuire proprio l’eccesso di pulizia che si respira nelle nostre case.

Statine: con questi farmaci si abbassa la possibilità di ictus e infarto



Ancora buone notizie giungono dal mondo delle statine, i farmaci in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. La notizia arriva da uno studio americano, effettuato da ricercatori del New York Medical College di Valhalla.

Emicrania: quando diventa insopportabile con le mestruazioni


Le donne che durante il ciclo mestruale soffrono di violenti attacchi di emicrania,  sanno che parliamo di una condizione clinica che rende penosa la loro vita al punto da fare attendere quasi con angoscia l’arrivo delle mestruazioni al solo pensiero di poter soffrire di una condizione patologica che finisce col rendere la vita quasi impossibile in quei giorni.

venerdì 6 aprile 2012

Alimentazione: ma è vero che l'uovo fa male al fegato e innalza il colesterolo?



Quando parliamo di alimentazione non possiamo prescindere da un alimento importante che entra a far parte della dieta e troppo spesso invece viene associato a problemi di salute. Ci riferiamo all’uovo di gallina. La domanda che a questo punto ci si fa è se sia vero che l’uovo ha un contenuto elevato di colesterolo e per questa ragione alla lunga determinerebbe quelle malattie associate all’ipercolesterolemia. E, ancora,  è’ vero che l’uovo è ipercalorico al punto che il suo consumo deve essere attentamente monitorato all’interno della dieta ed infine, è vero che i bambini devono limitare al massimo il consumo di uova, in considerazione del fatto che tali alimenti sarebbero responsabili nei piccoli di provocare  problemi digestivi?

Claudicatio intermittens: non è una malattia, ma un sintomo a volte grave


Un sintomo importante, eppure troppe volte sottaciuto al proprio medico e, semmai addebitato alla stanchezza e alla mancanza di allenamento fisico, eppure, basterebbe vincere la ritrosia del momento, convincendosi dell’opportunità di “aprirsi” al dialogo col proprio medico di famiglia e si eviterebbero tanti guai futuri. Di che parliamo? Di quel dolore alla gamba, al polpaccio per la precisione, che coglie all’improvviso, tanto forte che costringe chi ne soffre a fermarsi nonostante si sia iniziato a  camminare da poco, insomma, parliamo di claudicatio intermittens.

giovedì 5 aprile 2012

Malattie cardiovascolari: nuova tecnica chirurgica meno invasiva ottiene buoni consensi



Può già essere considerata una nuova promessa nella guarigione di molte patologie cardiache da trattare con un intervento chirurgico meno invasivo di quanto fino adesso previsto per quelle patologie di interesse cardiochirurgico riferite alla sostituzione delle valvole mitraliche ed in particolar modo, al rigurgito mitralico.


Meropur: c'è chi ne vorebbe la revoca dell'autorizzazione


Può darsi che le coppie sterili conoscano il farmaco Meropur, utilizzato, appunto, per la cura della sterilità. Ciò che forse gli assuntori di tale specialità non sanno è che i principi attivi di tale farmaco, le gonadotropine di derivazione umana, possono in qualche caso provocare malattie di natura virale in chi assume tali sostanze.

mercoledì 4 aprile 2012

Stalking: in aumento il reato, una donna su tre ne è vittima!




Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia una donna su tre è stata vittima dell’aggressività di un uomo. Sono 6 milioni e 743 mila le donne che hanno subito violenza fisica e sessuale (nel 2011 ne sono state uccise 128, dieci in più dell’anno prima). A Roma, invece, nel 2011 le violenzesessuali aumentano del 34,42%, mentre gli atti persecutori crescono del 16%. Nello specifico, gli stupri passano da 430 casi nel 2010 a 578 nel 2011, mentre le denunce per lo stalking passano da 932 a 1.084. Ultimo episodio ieri che si è concluso con l’arresto dello stalker, un bengalese di 30 anni.Tutto ciò mentre si è da poco concluso il “Progetto Donna” di Codici, realizzato con il contributo della Regione Lazio: un’iniziativa di prevenzione e contrasto psico-legale contro gli abusi e le violenze al genere femminile. Il progetto si è proposto di sviluppare una rete informativa di facile e veloce accesso, che attraverso un intervento concreto sul territorio ha favorito un servizio immediato di aiuto per la donna vittima di abusi.


Farmaci biologici: no nell'imminenza di un intervento ortopedico


Che le malattie autoimmuni, artrite reumatoide in testa, traggano beneficio dall’utilizzo dei più moderni farmaci biologici è sicuramente indubbio, si tratta di capire però se di fronte alla necessità di un intervento chirurgico in special modo di ortopedia, al paziente debba o meno essere consigliata la sospensione preventiva della terapia per tutta la durata della degenza operatoria.

Lavoro: quando ci sono donne come colleghe si lavora meglio

Chi pensa che fra soli colleghi maschi si lavorerebbe meglio, l’unico consiglio che riteniamo di dare è quello di portare avanti le lancette dell’orologio rimasto indietro di qualche secolo, riportandolo ai giorni nostri, alla luce di recenti acquisizioni scientifiche che dimostrerebbero tutt’altra realtà, parrebbe infatti assodato che, all’interno di un gruppo di lavoro si opera alla perfezione se oltre ai colleghi maschi v’è la presenza delle donne.