giovedì 15 ottobre 2015

Epatite C: nuovo farmaco per i malati gravi






Per i pazienti più gravi e urgenti verrà fornito da subito e gratuitamente, nell’ambito di un uso compassionevole, il nuovo farmaco contro contro l’epatite C, il Sofosbuvir, che permette l’eliminazione del virus nel 90-100% dei casi. Lo ha annunciato in una nota l’Agenzia italiana del farmaco.





L’accesso dei pazienti alla terapia sarebbe “la prima, importante risposta al bisogno di cura” che essi aspettano da tempo. L’associazione sostiene in una
nota, ha apprezzato gli sforzi fatti “per giungere in tempi brevi alla registrazione del Sofosbuvir in Italia, in ogni caso tenendo in primo conto il valore scientifico e clinico e, dunque, la salute del paziente. L’AISF apprende con favore che, nel periodo dei 30 giorni necessari alla definizione dell’accordo, l’AIFA e l’Azienda farmaceutica abbiano previsto una soluzione per trattare sin da subito i pazienti che non hanno, per via della loro gravità, possibilità di attendere oltre. L’AISF auspica che l’accordo possa essere finalizzato nel breve termine e che si possa, dunque, dare accesso ai pazienti alla terapia”.

Help Consumatori

Sei il Visitatore N.



contatore

Nessun commento:

Posta un commento