mercoledì 22 agosto 2012

Contraccettivo orale: arriva quello tutto al naturale



Si apre la strada ad un nuovo contraccettivo orale tutto di origine naturale, con grandi vantaggi per la salute di chi lo assume.

Ci riferiamo al contraccettivo orale monobasico basato sull’associazione 17-beta-estradiolo/nomegestrolo acetato. A parere degli esperti, si tratta di un grosso passo avanti per una contraccezione sicura ed al riparo dai rischi per la salute della donna.

Lo spiega bene Andrea Genazzani dell’Univeristà di Pisa. «Per la prima volta» spiega lo studioso, «è impiegato l'estradiolo, ovvero l'ormone naturale prodotto dall'ovaio, insieme al nomegestrolo acetato, molecola da tempo impiegata per le patologie endometriali nella donna fertile non trattata con contraccettivi e in premenopausa o per il controllo endometriale della donna in menopausa trattata con estrogeni, ma finora mai impiegata in contraccezione orale». La combinazione, continua l'esperto, offre diversi vantaggi: «Innanzitutto, l'estradiolo non ha i potentissimi effetti epatici dei precedenti estrogeni. L'etinilestradiolo, di solito usato, può essere 100, 300 o 500 volte più potente dell'estradiolo, a seconda del set di enzimi epatici che lo trasformano in estradiolo di cui ogni donna è dotata, mentre l'estradiolo subisce un'inattivazione con sistemi più stabilizzati, normali per il fegato, non legati alla differenza interindividuale. Il nomegestrolo, poi, si contraddistingue per avere, oltre a un eccellente legame con il recettori per il progesterone, solo un modesto effetto antiandrogenico, considerato benefico (in relazione ad alcuni inestetismi) e non ha altre interazioni recettoriali.

Clinicamente svolge soprattutto un'efficace protezione endometriale, importante per esempio nelle donne dai 35 ai 50 anni, in cui sono frequenti patologie dell'endometrio, come lo sviluppo di polipi". Da sottolineare, ancora, che questo contraccettivo determina la presenza di una quantità minore di flusso mestruale, e di più breve durata, e che non altera i parametri lipidici, del metabolismo glucidico e della coagulazione.

9th Congress of the European Society of Gynecology. Copenhagen, Denmark, 8-11 September 2011




Nessun commento:

Posta un commento