mercoledì 30 maggio 2012

Aborto: dopo i primi alta la percentuale di gravidanze felici



Una buona notizia per quelle donne bramose di un figlio che però non riescono a portare a termina alcuna gravidanza perché funestate da un certo numero di aborti spontanei ricorrenti.

Secondo un dato scientifico riportato Marie Lund del Rigshospitalet fertility clinic di Copenhagen al congresso dell'European society of human reproduction and embryology che si è svolto di recente a Stoccolma, infatti, una donna su tre che sia andata incontro ad aborti ricorrenti, almeno tre, hanno altissime possibilità di andare incontro all’agognata gravidanza, purchè seguano contestualmente un piano di controlli specialistici nel periodo che precede la gravidanza stessa.

A tale risultato si sarebbe giunti monitorando 987 pazienti che erano andate incontro ad aborti ricorrenti. Di queste, quasi 67 donne su 100 hanno avuto un bambino sano entro cinque anni dalle prime visite specialistiche, la percentuale è giunta fino oltre il 70% nei successivi dieci anni.


Tra le cause del mancato buon esito della gravidanza dopo il consulto non c'è solo l'aborto ma anche l'età sempre più avanzata a ogni tentativo o un possibile danno alle tube di Fallopio dovuto all'infiammazione pelvica post-aborto. In più, la coppia a volte non cerca di avere più un bambino perché spaventata dal rischio di incorrere in un nuovo aborto.

Nessun commento:

Posta un commento